NichelinoImmondizia
News
NICHELINO Rifiuti di ogni tipo abbandonati in strada e sui marciapiedi. E la pulizia tarda

Zona industriale invasa dalle discariche. Il sindaco: «Metteremo altre telecamere»

Paesaggio segnato da sacchi neri, buste di plastica, cartacce, materiale edile e materassi

Continuano gli abbandoni di immondizia nella zona industriale di Nichelino. A essere particolarmente colpito dal fenomeno corso Vittime del Lavoro dove gli accumuli si trovano sia lungo la strada che sui marciapiedi. Ma la situazione si ripete periodicamente un po’ ovunque, da via Vernea a via Mentana, da via Goito a via Calatafimi.

Sacchi neri, buste di plastica e cumuli di cartacce, materiale edile e addirittura materassi vengono gettati nonostante in zona, oltre alle attività produttive, siano presenti anche alcune villette. La situazione perdura da mesi e molti sono i cittadini ormai stufi che lamentano non solo i disservizi, ma anche una crescente inciviltà.

E non solo: pare, infatti, che alcuni rifiuti non siano stati raccolti nemmeno dopo le debite segnalazioni al Consorzio di raccolta rifiuti. «Purtroppo non è facile tenere sotto controllo tutto il territorio, nonostante siano state piazzate delle telecamere in punti sensibili. Cercheremo di installarle anche in quel punto», spiega il sindaco Giampiero Tolardo.

Lo scorso anno sono state tre o quattro le persone immortalate dai video nell’atto di abbandonare rifiuti, poi rintracciate e debitamente multate. Poche, però, rispetto a quanto sversato, senza contare che gli interventi di rimozione straordinaria gravano sulle tasche dei cittadini che effettuano una regolare raccolta differenziata.

«Nel 2017 sono arrivate quattro chiamate al numero verde del Covar per abbandoni abusivi, l’ultimo con ordine di servizio chiuso il 17 agosto – continua Tolardo -. Il Comune ha previsto nel piano finanziario una quota per la rimozione delle discariche abusive che avviene su segnalazione, senza alcuna autorizzazione dagli uffici comunali. Per noi è importante avere le segnalazioni dei cittadini, perché ci permette insieme ai verbali dei controlli effettuati, di pianificare al meglio il monitoraggio del territorio. Convocherò comunque la ditta per chiedere spiegazioni sull’organizzazione degli operatori ecologici, anche alla luce del fatto che già nel 2016 chiesi che le segnalazioni venissero fatte dagli operatori stessi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo