Tullio Solenghi
Spettacolo
L’INTERVISTA

«Woody Allen è come Villaggio portatore sano di umorismo»

Tullio Solenghi porta in scena “Dio è morto e neanch’io mi sento tanto bene”

«Quando ho iniziato a fare teatro, non avrei mai pensato che un giorno sarebbe stato necessario specificare se lo spettacolo fosse “in presenza” o meno». Il corso della storia, però, stupisce tutti. Incluso il celebre attore e regista Tullio Solenghi, che domani sarà il protagonista con il suo nuovo lavoro “Dio è morto e neanch’io mi sento tanto bene”, in streaming sul sito del Teatro Superga di Nichelino per il format “Nel salotto con”. Lo spettacolo sarà un omaggio al genio di Woody Allen, di cui Solenghi proporrà alcuni brani tratti dai suoi libri e li impreziosirà con alcune delle musiche più iconiche delle sue pellicole, eseguite dal Maestro Alessandro Nidi e dal suo Ensemble.

A poche ore dall’appuntamento, lo abbiamo raggiunto al telefono per ripercorrere i suoi “primi” 50 anni di carriera, tra ricordi – legati soprattutto a Il Trio e ad Anna Marchesini – e prospettive future.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo