Protesta Comital
News
Da sei mesi non percepiscono lo stipendio, né ricevono alcuna forma di sostegno al reddito

Volpiano, il governo garantisce la cassa integrazione ai lavoratori della Comital

Lo afferma la Uilm dopo l’incontro al Mise: “Speriamo sia la volta buona, i dipendenti hanno esaurito la pazienza”

Da sei mesi non percepiscono lo stipendio, né ricevono alcuna forma di sostegno al reddito. Sono i 127 lavoratori della Comital-Lamalù di Volpiano (To), per cui dovrebbe presto partire la cassa integrazione. E’ quanto emerso dall’incontro al Mise con i sindacati e la curatela fallimentare delle due società.

“Il governo ha comunicato che la circolare applicativa del decreto emergenze garantirà la copertura della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori” fa sapere la Uilm.

Domani sarà una giornata importante, in quanto la curatela fallimentare, in un tavolo presso l’assessorato regionale al Lavoro, formalizzerà la richiesta di cassa integrazione.

“Speriamo sia la volta buona, i lavoratori hanno esaurito la pazienza” affermano Dario Basso e Ciro Di Dato della Uilm.

Basta alibi: i curatori devono subito predisporre la domanda di cassa per i lavoratori” aggiungono Federico Bellono e Julia Vermena della Fiom di Torino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo