Vol.to
Volontariato
IL FATTO

VOLONTARIATO&SOLIDARIETA’. Vol.To, bilancio dell’assemblea dei soci: «Emergenza? Abbiamo risposto così»

Approvato il rendiconto gestionale 2020: «Sono stati 2.225 i cittadini (il 52% in più) che si sono rivolti a noi»

Sono state 10.717 le prestazioni erogate dal Centro servizi per il volontariato Vol.To agli Enti del Terzo Settore accreditati nel corso del 2020, con un calo del 38% rispetto ai 17.343 del 2019 dovuto alla situazione pandemica che ha limitato l’organizzazione di eventi da parte delle associazioni. Ma sono stati ben 2.225 i cittadini che si sono rivolti a Vol.To per diventare volontari, il 52% in più rispetto alle 1.467 del 2019: la metà di questi sono under 30 alla prima esperienza di volontariato, un segnale importante verso il futuro. Sono alcuni dei numeri che emergono dal bilancio sociale e rendiconto gestionale 2020, presentato martedì scorso all’assemblea dei soci. «Per la difficile situazione sanitaria e per gli effetti socio-economici del perdurare dell’emergenza sanitaria e sociale, il Centro servizi per il volontariato, nel corso del 2020 è stato ancora di più al fianco del terzo settore per aiutarlo a ricreare un tessuto sociale inclusivo che da un lato sostenesse i nuovi bisogni e dall’altro fosse da stimolo alla politica per la creazione di un nuovo modello di welfare», si legge sul sito ufficiale. Altri numeri: 717 giovani hanno ricevuto informazioni sul servizio civile, 253 di questi hanno partecipato al bando per svolgere un progetto nel mondo del volontariato. Lo sportello di progettazione sociale ha erogato 117 consulenze a 49 ETS e seguito 20 progetti che stati approvati per un totale di 418 euro di finanziamenti. Sono stati realizzati 22 corsi di formazione a distanza, cui hanno partecipato 1.391 persone che hanno incrementato le proprie competenze sull’utilizzo delle tecnologie digitali. Sono cresciute le attività di comunicazione (1.218 servizi in materia di ufficio stampa a 201 ETS), con la novità delle dirette su Facebook, che hanno coinvolto consulenti del CSV e personalità di spicco su temi di attualità, e l’inaugurazione della webtv del volontariato. Innovazione digitale, incremento e diversificazione degli utenti, contaminazione tra profit e non profit, proseguimento del lavoro di applicazione dell’Agenda 2030 sono tra gli obiettivi e «per essere sempre più punto di riferimento sul territorio».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo