Schermata 2017-07-01 alle 08.43.02
Spettacolo
L’INTERVISTA

“Vivo per il cinema e mia figlia. Non ho bisogno di un uomo”

A tu per tu con la bellissima attrice brasiliana Linda Batista

Classe 1972, Linda Batista lascia il Brasile per l’Italia nel 1993, dopo aver vinto la fascia di “Miss Bahia”. Il successo arriva nel 2000 con la soap opera Rai “Incantesimo”, dove dà il volto a Denise. Da quel momento, l’artista brasiliana colleziona un successo dietro l’altro, dividendosi tra tv, cinema e sua figlia Lais, avuta quando aveva appena 19 anni.

Quando ha deciso di lasciare la sua città per trasferirsi qui in Italia? 

«Ho preso questa decisione nel 1993, dopo aver vinto il concorso di “Miss Bahia”».

Com’è approdata in televisione?

«Subito dopo la vittoria del concorso e l’arrivo in Italia, ho iniziato lavorare per la Rai in un programma televisivo che si chiamava “Lunapark”. Sono rimasta nel cast per due anni, imparando molto sui meccanismi televisivi».

La fiction che l’ha resa famosa al grande pubblico è stata “Incantesimo”. Come ha ottenuto quella parte? 

«Ho ottenuto il ruolo di Denise facendo un semplice provino. Loro cercavano una attrice brasiliana ed io mi identificavo particolarmente nella parte nel personaggio, e credo che sia stato anche merito della mia convinzione se sono riuscita ad ottenere il ruolo».

Di recente l’abbiamo vista in “Il bello delle donne… alcuni anni dopo”, dove ha interpretato un ruolo delicato. Ce ne vuole parlare?

«Per me era un ruolo come tanti altri e, onestamente, preferisco non fare commenti ».

Non solo piccolo schermo, ma anche tanto cinema. Qual è l’esperienza che ricorda con più affetto?

 «Rispondere con un solo titolo è difficile. Posso dire che ci sono due film che ricordo con particolare affetto. Mi riferisco a “La Masseria della Lodole”, grazie al quale ho avuto l’onore e il piacere di lavorare con due registri straordinari, Paolo e Vittorio Taviani, e “Encantado”, per la regia era di Corrado Colombo, in cui mi è stato affidato il ruolo della protagonista. Questa pellicola è stata girata a Cuba dove ho lasciato un pezzo di cuore».

Ha avuto la sua bambina giovanissima. Che mamma è?

«Il fatto di avere avuto una figlia a una età tanto giovane mi ha aiutato ad instaurare con lei più un rapporto di amicizia che il comune rapporto di madre e figlia. È divertente vederci insieme poiché molte volte i ruoli si invertono. Nonostante la poca differenza d’età, però, sono molto possessiva e gelosa nei suoi confronti, così come lei lo è nei miei».

C’è un uomo nella sua vita?

«In questo momento no, ho chiuso una storia poco tempo fa e in questo momento preferisco concentrarmi su me stessa, sulla mia carriera e su mia figlia».

Sta lavorando a qualche nuovo progetto? 

«Assolutamente sì. Non posso rivelare tutti i dettagli ma, posso anticiparvi che mi vedrete presto al cinema con un giallo anni 50, “Il Segreto di Carlotta”, per la regia di Mike Barbone. Qui affronterò un nuovo ruolo impegnativo e drammatico ma che sono sicura mi darà tante soddisfazioni ».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo