Depositphotos
Cronaca
Emergenza continua

Il virus nella Casa di Riposo di Marcorengo: sette decessi in pochi giorni

Ne dà notizia la sindaca di Brusasco, Luciana Trombadore: 50 gli anziani ospitati nella struttura

Sette morti in pochi giorni, di cui uno positivo al coronavirus e altri sei sospetti. È accaduto presso la Casa di Riposo di Marcorengo e a darne notizia attraverso un post su Facebook è la sindaca di Brusasco, Luciana Trombadore.

“Come avete appreso dai post precedenti abbiamo riscontrato il diffondersi del Virus presso la Casa di Riposo di Marcorengo“, scrive la prima cittadina. “Purtroppo gli anziani e anziani con patologie risultano i più deboli ad affrontare questo tipo di polmonite. Nell’arco di pochi giorni ci sono stati su 50 ospiti 7 decessi di cui 1 tampone positivo e 6 sospetti”.

“Siamo vicini alle loro famiglie e ai loro cari – prosegue la sindaca – Ringraziamo tutti coloro che con immensa generosità ci hanno donato mascherine, guanti, termometri e tutto il necessario per poter far lavorare gli operatori in sicurezza. Un grazie immenso al Maresciallo Maggiore Sabino Massa e al Vicebrigadiere Michele di Sabato della Caserma dei Carabinieri di Cavagnolo; il loro intervento è stato indispensabile per un celere approvvigionamento di ossigeno per le terapie dei nostri nonni”.

Altre misure sono in arrivo: “Stiamo operando con il SISP (servizio igiene e sanità pubblica) per arginare e contenere il propagarsi del virus sia negli ospiti della struttura che negli operatori. Entro lunedì saranno eseguiti i tamponi necessari. Siamo in costante contatto con l’Unità di Crisi Regionale, in questi giorni verranno consegnati nuovi DPI (soprattutto mascherine) sul tettorio dalla COM di Chivasso con i Volontari di Protezione Civile”.

Intanto “nella Casa di Riposo di Brusasco, la situazione attuale è contenuta, un caso positivo ricoverato in ospedale, il resto dei pazienti sono stati isolati uno per camera per evitare contatti di ogni genere fra gli ospiti. Sul territorio la situazione fortunatamente è stazionaria, le famiglie in quarantena ne sono brillantemente uscite. La moglie del paziente n. 1 sta molto bene ed è fiduciosa che il marito possa presto tornare a casa”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo