Detenuto in prigione (foto Depositphotos)
Cronaca
LA DENUNCIA DELL’OSAPP

Violenza senza fine nel carcere di Torino: due detenuti aggrediscono un ispettore e quattro agenti

I quattro agenti della polizia penitenziaria sono stati portati all’ospedale Maria Vittoria

Violenza senza fine nel carcere di Torino. Nella giornata di oggi, due detenuti stranieri, di cui uno affetto da gravi problemi psichiatrici, hanno aggredito a calci, pugni e spintoni senza apparente motivo un ispettore e quattro agenti di polizia penitenziaria. Gli agenti sono stati tutti accompagnati al Pronto Soccorso dell’ospedale Maria Vittoria di Torino, dove si trovano tuttora ricoverati per accertamenti e cure.

A dare la notizia è Leo Beneduci, Segretario Generale dell’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria).

“Si tratta dell’ennesima aggressione subita dai poliziotti penitenziari nelle carceri italiane da parte di detenuti e senza che ciò sia derivato da azioni o situazioni che ne abbiano giustificato la violenza. In base a quanto appreso, uno dei detenuti avrebbe da tempo manifestato evidenti sintomi di squilibrio psichico tanto da rendere necessario adeguati trattamenti in strutture specifiche. Auspichiamo – conclude Beneduci – che la Guardasigilli Cartabia, tra gli interventi in programma per la riforma della giustizia, si ponga anche il problema dell’attuale funzionalità degli istituti penitenziari e degli ingiustificabili disagi degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria persino in relazione all’inadeguata allocazione dei detenuti cosiddetti “psichiatrici” che non dovrebbero essere trattenuti all’interno di strutture penitenziarie ordinarie”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo