Bimbi
Salute
Efficacia del 90,7% nella prevenzione del Covid sintomatico

Via libera dell’Ema al vaccino Pfizer per i bimbi da 5 a 11 anni

Basta un terzo della dose riservata ai “grandi”: a giorni il parere dell’Aifa

Via libera dell’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, al vaccino anti Covid sviluppato da Pfizer per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. A giorni è atteso il parere favorevole dell’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco.

La dose raccomandata per i più piccoli è pari a un terzo di quella utilizzata dai 12 anni in su: 10 microgrammi in luogo di 30. Identico, invece, l’intervallo tra due somministrazioni, fissato in tre settimane.

Uno studio sui bambini di questa età, su un campione di quasi duemila bambini, ha dimostrato che la risposta immunitaria a questo dosaggio è pari a quella dei ragazzi e dei giovani dai 16 ai 25 anni di fronte a una dose “normale”. L’efficacia nella prevenzione del Covid sintomatico è stimata intorno al 90,7%, con effetti indesiderati di lieve entità quali dolore al braccio, stanchezza, mal di testa, arrossamento e gonfiore, tutti destinati a scomparire nel giro di poche ore o al massimo in un paio di giorni.

L’Ema invierà la sua raccomandazione alla Commissione europea, che prenderà la decisione finale. Poi spetterà alla commissione tecnico-scientifica dell’Aifa autorizzare il vaccino destinato ai bambini.

IL BOLLETTINO
Sono 21.253 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18.30). A 1.888 è stata somministrata la seconda dose, a 17.442 la terza dose.

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 6.914.748 dosi, di cui 3.031.352 come seconde e 519.913 come terze, corrispondenti al 96,4% di 7.172.750 finora disponibili in Piemonte.

IL PIEMONTE SI CONFERMA IN ZONA BIANCA Pre-Report settimanale Ministero Salute – Istituto Superiore di Sanità
Nella settimana 15-21 novembre, in Piemonte il numero dei nuovi casi e dei focolai cresce, come nel resto del territorio nazionale. L’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi passa da 1.24 a 1.21 e la percentuale di positività dei tamponi dall’1% al 2%. L’incidenza è di 93.86 casi ogni 100 mila abitanti, mentre il tasso di occupazione dei posti letto sale ma resta contenuto con una percentuale sempre tra le più basse in Italia (4.9% per le terapie intensive e 5.7% per i posti letto ordinari). La situazione epidemiologica e il numero dei ricoveri, sempre contenuti, concorrono favorevolmente a mantenere la nostra regione in zona bianca.

TEST GRATUITI DALLA REGIONE PIEMONTE PER LE VISITE NATALIZIE NELLE RSA E NELLE RESIDENZE PER MINORI, DISABILI, MALATI PSICHIATRICI E TOSSICODIPENTI
Come già avvenuto lo scorso anno, anche per queste feste natalizie, la Regione Piemonte, tramite l’Unità di crisi, invierà a tutte le 1.800 strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali del territorio uno stock aggiuntivo di test rapidi antigenici per garantire gratuitamente un accesso sicuro al prevedibile maggior afflusso di parenti che vorranno far visita ai loro cari, in un momento tradizionalmente dedicato alla famiglia.

“Sono 50.000 in tutto i test diagnostici che verranno distribuiti nella prima settimana di dicembre – dichiara il presidente della Regione Alberto Cirio con gli assessori alla Sanità, Luigi Genesio Icardi e alle Politiche Sociali Chiara Caucino. – Si tratta di una iniziativa che va verso il mantenimento dei legami essenziali tra gli ospiti e i loro familiari, per noi di primaria importanza, che va di pari passo con le azioni di monitoraggio stretto che abbiamo messo in campo per rendere sempre più le Rsa e le strutture per pazienti disabili, psichiatrici o tossicodipendenti liberi dal Covid”.

IL 97% DELLE RSA DEL PIEMONTE È COVID FREE
In particolare le Rsa del Piemonte si confermano uno dei luoghi più sicuri. Dall’ultima rilevazione settimanale su 34.800 ospiti solo lo 0,3% risulta in isolamento e solo 1 ospedalizzato per Covid. 0,18% la percentuale di positività del personale.

La mortalità si conferma ridotta dei 2/3 rispetto al dicembre 2020 (prima dell’avvio della campagna vaccinale).

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo