ex dazio
Cronaca
PIAZZA BENGASI

Via alla bonifica per l’ex dazio occupato da disperati e pusher

Le opere di street art verranno donate per decorare alcune scuole

Stop alle intrusioni di spacciatori e disperati, partiranno la prossima settimana i lavori di bonifica ambientale nell’ex dazio di piazza Bengasi. Costruito nel 1912, recentemente il bene storico era diventato un piccolo monumento al degrado. Ignoti si erano aperti un varco sotto l’enorme rivestimento con la gigantografia della M, conseguenza di un continuo via vai a tutte le ore di sbandati.

Un problema segnalato, di recente, dalla Circoscrizione 8 alle forze dell’ordine. Così ora, per permettere l’avvio delle attività, verrà rimosso il rivestimento alle spalle del capolinea della metropolitana. Le opere di street art, alla base della struttura e promosse da Infra.To, verranno recuperate e donate alla Città di Torino che le riutilizzerà per decorare nuovi spazi pubblici in prossimità di alcuni plessi scolastici. « L’arte urbana è un patrimonio che va tutelato – spiega Carlotta Salerno, assessora alle Politiche giovanili del Comune -. Le opere murarie che hanno circondato l’ex dazio non potevano andare perse. Per ora saranno ospitate dalla Graffiti House, ma l’intenzione è quella di donarle a una o più scuole». Il progetto prevede la rimozione dell’attuale copertura in cemento-amianto e un intervento di recupero delle facciate. L’intervento sarà effettuato nel secondo semestre del 2022. «In attesa del via ai lavori, dopo aver smantellato i ponteggi che al momento schermano la struttura, verrà montata una recinzione a protezione dell’area» ha dichiarato la vicesindaca Michela Favaro. «Un intervento chiesto da tempo – conclude il presidente della 8, Max Miano -, e non più rinviabile, che si coniuga con l’arrivo della metro sulla piazza, il futuro parcheggio di interscambio e il ritorno dell’area mercatale. Sull’ex dazio abbiamo le idee chiare: acquisirlo come patrimonio Circoscrizionale per destinarlo a biblioteca civica».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo