Andrea Pirlo (Depositphotos)
Sport
SERIE A

Verso Sassuolo-Juve, Pirlo: “Siamo arrabbiati, dobbiamo crederci”

Champions a rischio, il tecnico: “Necessaria una prova di orgoglio collettiva, dobbiamo onorare la maglia”

Dopo il clamoroso ko interno contro il Milan, il cammino verso la zona Champions è diventato tremendamente complicato. Così come complicata è la trasferta contro il Sassuolo di De Zerbi, che sta vivendo un momento d’oro. La Juventus non può sbagliare ancora, deve provare a vincerle tutte e sperare in un passo falso di Milan o Napoli.

LE DICHIARAZIONE DI ANDREA PIRLO DELLA VIGILIA (dal profilo Twitter della Juve):

“SIAMO ARRABBIATI”

«In me e noi c’è tanta carica. Siamo arrabbiati. Abbiamo il dovere di crederci, perché siamo la Juventus e non possiamo rassegnarci a questa classifica».

PROVA D’ORGOGLIO

«Domani è necessaria una prova di orgoglio collettiva, indipendentemente da chi giocherà. Dobbiamo onorare questa maglia, non possiamo permetterci prestazioni come domenica».

TROPPE DISATTENZIONI

«Abbiamo preso tanti gol da disattenzioni collettive, non da errori di reparto o tattici».

“NON HO PAURA”

«In questi mesi la formazione è cambiata spesso, ma per tanti motivi, fra infortuni e Covid. Ci siamo adattati a tutte le circostanze. Paura? Non ne ho, penso solo al bene della Juventus, che viene prima di tutto, di giocatori e allenatori».

GRINTA

«”Grinta” è una parola che nel calcio si usa spesso, ma non basta per vincere. Ho sempre chiesto di avere il fuoco che brucia dentro, e spesso è accaduto».

SULLA FORMAZIONE

«Sia Danilo che Arthur stanno bene, domani potrebbero partire dall’inizio».

MISSIONE CHAMPIONS

«Il nostro obiettivo è dimostrare di meritarci la Champions, e possiamo farlo solo con i risultati; dopo la sconfitta con il Milan c’era delusione, ma il nostro obiettivo non cambia, abbiamo il dovere di crederci».

CR7

«Cristiano Ronaldo ha giocato tante partite quest’anno e ha segnato molto. Oggi decideremo il da farsi, domani è una partita delicata e spero di avere tutti a disposizione».

NIENTE RASSEGNAZIONE

«Non voglio vedere rassegnazione domani; abbiamo un punto di distacco dalla zona Champions League e abbiamo tre partite. Il calcio insegna che tutto può succedere, quindi serve grande positività».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo