Davide Nicola (Foto: Depositphotos)
Sport
Il match in programma domani alle 15

Verso Atalanta-Toro, parla Nicola: “Lavoriamo per continuare a migliorare”

Il tecnico dei granata in conferenza stampa: “Futuro? Penso a salvare il Toro”. Out Rodriguez, c’è Mandragora

Un Toro “ordinato e compatto, che lavori con perseveranza ed identità per continuare a migliorare”. Questa la richiesta di Davide Nicola alla vigilia del match di campionato contro l’Atalanta, il terzo della sua avventura granata.

“FUTURO? QUI PER SALVARE IL TORO”
Due pareggi, con tre gol segnati e due punti conquistati contro Benevento e Fiorentina è il bilancio della gestione Nicola finora: “Il nostro è un gruppo di calciatori estremamente motivati e con valori tecnici e morali ben definiti – ha dichiarato il tecnico -. Dobbiamo migliorare anche in campo adesso, per trovare un’identità precisa ed un equilibrio che ci aiuti a fare risultato. Il mio futuro? Sono qui per salvare il Toro, il resto non conta. Non penso al mio contratto”, ha aggiunto il tecnico.

L’AVVERSARIO
Appuntamento al Gewiss Stadium alle ore 15. Di fronte i nerazzurri, reduci dall’impegno settimanale in Coppa Italia contro il Napoli: “L’Atalanta è una squadra con grande qualità – ha detto Nicola degli avversari -. Sono anni che si qualificano tra le grandi d’Europa e quest’anno non sono da meno: ammiro molto il lavoro fatto da Gasperini. Servirà compattezza ed ordine, fare una buona partita domani rappresenterebbe uno step importante per il nostro percorso”.

OUT RODRIGUEZ, C’E’ MANDRAGORA
Nicola dovrà fare a meno di Ricardo Rodriguez, fermato da problemi gastrointestinali. Out anche Sanabria, fermato dalla positività al Coronavirus. L’altro acquisto della sessione invernale, Mandragora, potrebbe avere già una chance da titolare: “L’ho visto in allenamento con grande entusiasmo, lo conosco e so bene che potrebbe darci una grande mano in questa fase della stagione. Sanabria? Calciatore moderno ed un attaccante completo, può complementarsi con chi già c’è nel reparto avanzato”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo