bimba_cane
News
L’uomo sarebbe un commerciante di 40 anni

VERGOGNA IN CENTRO. Bimba di 12 anni minacciata da un energumeno di 90 chili

Il bruto ha anche promesso di castrarea calci il cucciolo della piccola

La colpa del cucciolo è stata quella di aver fatto la pipì sul marciapiede, a due passi da un negozio. Gesto che poteva anche passare inosservato e che, invece, ha scatenato le ire di un uomo di circa 40 anni, proprietario dell’attività commerciale di cui sopra, che si è avventato contro la sua padrona, una bambina di appena 12 anni.

Minacciandola e facendola anche piangere. L’episodio risale al pomeriggio di giovedì, nel centro storico di Torino. La vittima è una ragazzina, residente in zona, che in quel momento si trovava a spasso con il suo cucciolo di appena sei mesi d’età.

Ad un certo punto, secondo il racconto di alcuni testimoni, il cane avrebbe fatto la pipì in strada. In quel momento un uomo, alto più di un metro e ottanta per una novantina di chili di peso, si è avvicinato alla bambina per chiedere spiegazioni sul gesto del suo amico peloso. E la piccola, non sa- pendo ovviamente che dire, ha pro- messo di pulire laddove il cane ave- va appena sporcato.

Nemmeno il gesto della 12enne ha fermato il bruto che si è messo a gridare in faccia alla sua vittima, incurante del via vai di numerosi passanti. «Se succede un’altra volta lo prenderò a calci fino a castrarlo» le parole pronunciate dall’uomo, fuori di sé. Vocaboli che, forse, la ragazzina nemmeno ha compreso del tutto.

La bimba si è messa a piangere e ha provato a metterci una pezza. «Mi dispiace, mi dispiace» le parole pronunciate che non hanno scalfito l’animo del suo aggressore, per niente disposto a passarci sopra. Pur di non continuare a ricevere offese la bambina ha poi scelto la via della fuga, correndo via disperata- mente insieme al suo cagnolino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo