News
Un quinto di quelle presenti nel campo

Ventotto le costruzioni demolite: nuovo intervento entro fine anno

L’annuncio del comandante dei vigili: “Presto un altro blitz in un’area privata”

Sono ventotto le baracche abusive, un quinto di quelle presenti nell’intero campo, a essere state interessate dalle demolizioni effettuate dagli agenti del reparto minoranze etniche della polizia municipale durante l’intervento presso il campo nomadi di via Germagnano, a Torino.

I rom che ancora occupano il campo sono circa 500 e quattro persone, che gli inquirenti hanno identificato coma degli autentici capo clan, sono state denunciate per violazione dei sigilli e occupazione di suolo pubblico, come spiegato nel corso della conferenza stampa allestita per dar conto dell’operazione.

“L’intervento, definibile come un’operazione di alleggerimento, è avvenuto senza tensioni. Le baracche erano vuote e le persone che ci vivevano, un centinaio in tutto, si sono allontanate volontariamente”, ha spiegato il comandante dei vigili urbani, Emiliano Bezzon. “Penso siano tornate in Romania. Entro l’anno faremo un altro intervento, che interesserà un’area privata”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo