Fonte: Depositphotos
Il Borghese
EDITORIALE DEL GIORNO

Vent’anni di sogni e notizie

Tra qualche mese, cari lettori, compiamo vent’anni. Un fiume di pagine per raccontare Torino e le sue storie, con un occhio attento alla provincia e a ciò che accade nel mondo della cultura e dello sport. Non solo il grande calcio, ma anche i primi passi sui campetti di periferia. E poi i motori, e il tennis. Già, il tennis. Tra qualche giorno ne diventeremo una delle capitali mondiali con le Atp Finals e poi la Coppa Davis. Con le luci del lusso che si accendono nelle vetrine del centro, tra gioielli, abiti scintillanti e flute di champagne. E la periferia che ancora una volta sta a guardare, aspettando che qualcuno mantenga le promesse smentite dai fatti. Siamo nati per raccontare i fatti di cronaca, mentre altri giornaloni si rifugiavano più sui commenti. Facile, detto da un cronista che ama ancora (sarà l’età?) la penna biro e i mocassini. E si emoziona ancora quando uno dei suoi ragazzi porta a casa un servizio come quello sul rave party di Stupinigi con foto di droga, di sballo e ragazzi in agonia in una sorta di lazzaretto improvvisato, dove le foto valgono più di qualunque racconto. C’è molto del territorio nelle nostre pagine, ma oggi c’è di più. C’è il sogno, in prima pagina a fasciare la nostra edizione quotidiana. Ossia il nostro nuovo concorso che si rinnova puntuale fin dal primo giorno in edicola. Un gioco di bollini da tagliare, conservare e poi spedire al giornale. Dove vince chi è più assiduo nella lettura e più veloce a riempire le caselle. Di molti vincitori ricordo i volti, le storie, le passioni e anche le lacrime di gioia. E vorrei conoscere chi salirà per primo sul podio quest’anno. Tanti, davvero tanti quelli baciati dalla dea bendata, perché sono 344 i premi a partire da quelli settimanali. Insomma, sogni e notizie, la speranza di una vincita e la certezza di notizie scritte senza inchini, e senza condizionamenti, come merita la nostra comunità. Il marchio di fabbrica di Torino Cronaca. Che oggi, per festeggiare, è GRATIS in edicola.
beppe.fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo