(foto: depositphotos)
Salute
IL CASO A CHIVASSO

Variante sudafricana, contagiato un agente che era già vaccinato

Il paziente asintomatico è risultato positivo al tampone: il virus ha superato anche la barriera del farmaco Pfizer
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Campanello d’allarme (sanitario) in Piemonte. E’ notizia di queste ore che gli specialisti del centro di Candiolo avrebbero isolato il primo caso di variante sudafricana di Covid-19 nella regione del nord ovest. La scoperta, secondo quanto trapelato, sarebbe avvenuta durante il periodico programma di sequenziamento dei tamponi positivi che viene effettuato dagli analisti impegnati quotidianamente nell’opera di monitoraggio e diffusione del virus della Sars-Cov2 nel territorio regionale.

IL RISULTATO AL VAGLIO DEGLI ESPERTI
In particolare, la presenza della temuta variante sarebbe stata individuata in un soggetto residente nel territorio di competenza dell’Asl Torino 4 (Comuni di Ciriè, Chivasso Ivrea). Il risultato delle analisi è ora al vaglio degli specialisti i quali sono al lavoro per capire se la persona in questione fosse stata vaccinata, o meno, prima di contagiarsi.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo