giardini abbandonati vanchiglietta
Cronaca
L’iniziativa dell’esponente FdI, Antonino Pergolizzi

VANCHIGLIETTA. «I nostri giardini abbandonati»

Dai dossi trappola all’erba alta fino alle cattive condizioni di piazza Toti

Giardini pubblici in stato di abbandono, manutenzione del verde pubblico che lascia a desiderare e problemi alla sicurezza stradale. Un dossier pubblico sui problemi di Vanchiglietta verrà presentato dall’esponente di Fratelli d’Italia, Antonino Pergolizzi. «Ancora una volta – spiega -, mi faccio portavoce di diversi cittadini e commercianti del quartiere, al fine di segnalare diverse problematiche irrisolte, nonostante le molteplici segnalazioni fatte nelle scorse settimane alle istituzioni competenti». Nel mirino gli interventi a “macchia di leopardo”, con «una programmazione alquanto irrazionale, tanto da far pensare che tali lavori siano stati svolti solo in seguito a specifiche segnalazioni giunte dalle singole zone».

LE SEGNALAZIONI
Nella denuncia dei residenti spunta il cattivo stato in cui versano, ad oggi, alcune delle diverse aree segnalate: corso Regina (di fronte all’ospedale Gradenigo), corso Belgio (incrocio con corso Tortona) e alcuni tratti dei marciapiedi delle vie Fontanesi e CiglianoDiversi, inoltre, sono i casi indicati relativi al verde pubblico che ha finito per invadere la segnaletica stradale, tanto da creare seri pericoli alla viabilità, come ad esempio su corso Regina dove il semaforo è letteralmente coperto da arbusti ed erbacce. Pericoli anche per la viabilità, come i dossi “trappola” presenti su lungo Dora Voghera e su lungo Po Antonelli. Capitolo aree gioco: qui viene segnalata una totale assenza di manutenzione, atta a garantire la sicurezza dei piccoli frequentatori nei giardini pubblici di piazza Toti. A saltare subito all’occhio è il perenne abbandono dei manufatti in cemento presenti intorno agli alberi e la presenza di una vistosa buca sul tappeto antiscivolo dell’area giochi. Sul caso replica il vicepresidente della 7, Ernesto Ausilio. «Parlare di degrado nella zona di Vanchiglietta – spiega -, vuol dire non conoscere la realtà. Certo, l’erba alta è presente in alcuni punti, nessuno nega l’evidenza. Non credo, però, che basti questo per poter parlare di degrado, lo trovo davvero fuori luogo e fuorviante».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo