Elisa Ferrero e Matteo Penna (foto Facebook)
News
Schiacciati contro il guard rail alla rotonda di Gravio

DOMENICA DI SANGUE. Valsusa, furgone sperona moto dopo una lite: ragazza morta sul colpo, grave il fidanzato

A perdere la vita è stata una 27enne di Moncalieri. Grave il compagno: è intubato al Cto. Arrestato il conducente del van, risultato positivo all’alcol test

Domenica di sangue, ieri, in Valle di Susa, dove una ragazza ha perso la vita in seguito a un grave incidente stradale. E’ successo all’imbocco dell’abitato di Condove (in località Gravio), in provincia di Torino: a morire è stata una ventisettenne di Moncalieri, Elisa Elena Ferrero, che viaggiava in sella a una motocicletta insieme col fidanzato. I due sono stati urtati violentemente da un van Ford Transit che li ha scaraventati e quindi schiacciati contro un guardrail. La giovane è morta sul colpo, mentre il compagno, di 29 anni, Matteo Penna, torinese, è stato trasporto con l’elicottero al Cto di Torino.

GRAVE, MA STABILE MATTEO PENNA
Il biker è ora ricoverato in Rianimazione ed è stato intubato. Secondo fonti sanitarie, ha riportato un trauma toracico e un trauma cranico: la prognosi è riservata e le sue condizioni, seppur gravi, appaiono stabili.

LA LITE E L’INSEGUIMENTO
In base a una prima ricostruzione, pare che i due avessero avuto una lite alcune centinaia di metri prima, sulla statale 24 del Monginevro, con l’autista di un van Ford Transit, forse a causa di una precedenza non data, oppure per un sorpasso pericoloso o, ancora, per una collisione leggerissima. Sembra che Penna al culmine del diverbio abbia anche sferrato un pugno contro il finestrino dell’automezzo prima di allontanarsi a tutta velocità in sella alla sua Ktm.

L’URTO E’ STATO VIOLENTISSIMO
Per tutta risposta, l’autista del minivan, Maurizio De Giulio, 50 anni, originario di Nichelino, ha inseguito i due centauri per poi investirli provocando, così, la morte della ragazza. L’urto è avvenuto in una rotonda all’imbocco dell’abitato di Condove, in località Gravio, ed è stato molto violento. La donna di Moncalieri è deceduta praticamente sul colpo.

IL PRECEDENTE DI MONCALIERI
De Giulio, che a quanto pare viaggiava con la compagna e la figlia di lei, già sette anni fa a Moncalieri (Torino) aveva causato un incidente stradale e già in quell’occasione, dopo aver aggredito le forze dell’ordine, era stato arrestato.

CONDUCENTE DEL VAN POSITIVO ALL’ALCOL TEST
Sul posto sono intervenuti i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Susa, delle stazioni di Chiomonte e Condove, della sezione forestale di Almese. Tocca ora a loro fare piena luce sulla vicenda interrogando i testimoni. L’autista del van, rimasto illeso, è risultato positivo all’alcol test. E’ stato arrestato e ora dovrà vedersela con l’accusa di omicidio stradale anche se ci vorrà comunque una consulenza specialistica per ricostruire la vicenda con la massima precisione possibile.

SI ESAMINANO LE TRACCE SUL FURGONE E IN STRADA
Tra gli aspetti da accertare la velocità del veicolo, l’eventuale frenata prima dell’impatto con la moto (De Giulio ha speronato intenzionalmente i due centauri oppure non è riuscito a frenare e li ha schiacciati contro il guard-rail?). Ecco perché, insieme alle testimonianze, si dovrà procedere anche con una perizia sul furgone dell’investitore e sulle tracce lasciate sul luogo dell’incidente: saranno queste ad accertare le responsabilità dell’artigiano di Nichelino .

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo