referendum
News
IL VOTO. Favorevoli il 62,7%, contrari il 37,3% dei votanti

Valanga di Sì a Torino. Stravince in periferia ma non supera la Ztl

A Barriera di Milano e alla Falchera consensi oltre il 70%. In città affluenza più bassa che nel resto del Piemonte

Il Sì sfiora il 70% e conferma la legge che taglia il numero dei parlamentari. A larghissima maggioranza i votanti hanno scelto di seguire le indicazioni di quasi tutti i partiti. La vittoria è sembrata chiara fino dalle prime ore del pomeriggio di ieri quando gli exit poll indicavano un forbice del 60-64%, dati che erano stati raccolti con una copertura del campione dell’80%. Ma le schede scrutinate hanno poi accresciuto ancora il vantaggio dei e l’affluenza provvisoria al voto per il referendum costituzionale, ha comunicato il Viminale, è stata del 51,75% alla chiusura dei seggi, quando sono arrivati i dati di oltre 3mila comuni su 7.900. In base alla quarta proiezione del consorzio “Opinio Italia”, già nel tardo pomeriggio il Sì aveva raggiunto il 68,1%. Il No, invece, si è attestato al 31,9%. «Quello raggiunto oggi è un risultato storico. Torniamo ad avere un Parlamento normale, con 345 poltrone e privilegi in meno. Senza il MoVimento 5 Stelle tutto questo non sarebbe mai successo», ha scritto su Facebook il ministro agli Affari esteri Luigi Di Maio, commentando i dati che hanno sancito la vittoria del Sì. «Il M5s non solo è qui, ma è motore del cambiamento», ha dichiarato il capo politico dei grillini Vito Crimi. Anche Nicola Zingaretti, segretario del Pd, ha mostrato una certa soddisfazione: «È confermata – ha detto – la validità della scelta del nostro partito. Ora avanti con le riforme.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo