Vaccino
Buonanotte

Vaccìnati prima tu

Il medico di base di Borgaro dr. Delicati, che in un video apparso sui social si dice contrario ai nuovi vaccini anti Covid e anche a quelli contro l’influenza normale, è stato deferito all’Ordine. L’Asl To4 gli ha decurtato la paga del 20%. Lo scontro fra vaccinisti e no vax si fa rovente. Anche con picchi odiosi come i messaggi pieni di insulti e minacce di morte giunti all’infermiera Claudia Alivernini, la prima vaccinata in Italia. I no vax pretendono che venga loro riconosciuta la libertà costituzionale di scegliersi le proprie cure. Viene rivendicata anche la figura istituzionale del medico, soggetto laureato e abilitato dallo Stato, e come tale autorizzato a somministrare o sconsigliare medicine ai suoi assistiti. Purtroppo erano medici anche gli inventori delle cure “alternative” per il cancro, rivelatesi inutili o dannose: Di Bella, Kousmine, Gerson, Hamer e altri, compreso quel dott. Bonifacio che curava i tumori con urina e feci di capra. Detto ciò, si può capire chi diffida dei vaccini non ancora testati. Migliaia di bambini ricevettero vaccini antipolio inutili o addirittura dannosi (il Brodie, il Kolmer) prima che Sabin e Salk ne inventassero due efficaci. Davanti a un virus nuovo come il Covid, di cui non si sa ancora bene da dove sia venuto, come si diffonda, quali medicine servano, chi sia contagioso, quanto duri l’immunità dei guariti, la perplessità è comprensibile. Di fronte al fallimento dell’App Immuni (e di altre analoghe in tutta Europa) e ai pasticci governativi fin qui visti (dai Dpcm ai ristori) la diffidenza diventa quasi d’obbligo. Poi c’è chi si fida, ed è liberissimo di farlo. È da cretini minacciarlo di morte. Vedremo. Nel frattempo, calma e gesso.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo