universiadi
News
IL FATTO

Universiadi, Torino è pronta a correre. «Ma mancano oltre 6mila posti letto»

O Dopo la delusione per le Olimpiadi, presentata la candidatura per l’edizione 2025: il verdetto a dicembre

Con alle spalle l’occasione mancata di far parte insieme con Milano e Cortina degli organizzatori delle Olimpiadi Invernali 2026, Torino e il Piemonte si presentano in gran spolvero per accaparrarsi le Universiadi del 2025, radunando in un’unica “cabina di regia” Regione, Comune, Università degli Studi e Università del Piemonte Orientale, Politecnico, Cus e Edisu. Sebbene il budget per organizzare l’evento, che porterebbe con sé anche la prima ParaUniversiade e gli Special Olympics, non sarà definito prima di luglio, le prime stime della Fisu parlano di un costo tra 50 e 55 milioni di euro. Una previsione che Torino potrebbe abbattere quasi di circa 15 milioni di euro, potendo contare sull’eredità degli impianti olimpici del 2006 e l’esperienza dell’Universiade organizzata l’anno successivo.

Ma il nodo da sciogliere resta quello dell’accoglienza e della strutture destinate agli universitari, già carenti per garantire l’ospitalità agli studenti fuori sede o provenienti dall’estero, che solo a Torino sono oltre 100mila.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo