ExCitroen
News
CORSO VIGEVANO L’inaugurazione a dicembre: «Serviremo un quartiere storico»

Unieuro apre un nuovo negozio: stop al degrado nell’ex Citroën

La concessionaria Ruspa Auto, chiusa da tempo, lascia il posto al nono punto vendita cittadino della celebre catena

L’ex concessionaria Ruspa Auto di corso Vigevano angolo piazza Baldissera, in Barriera di Milano, lascerà presto il posto a un negozio della catena Unieuro. L’inaugurazione, ormai imminente, si terrà nel mese di dicembre, appena in tempo per l’importante stagione natalizia, e avrà una dimensione di 1.900 metri quadri. La riqualificazione dell’area ex Citroën contribuirà a recuperare un’area dismessa e abbandonata al degrado, rilanciando un intero quartiere. Prenderà il posto del punto vendita nella Galleria Snos di corso Mortara, che Unieuro ha deciso di lasciare pressoché in concomitanza con la nuova apertura. Per Unieuro si tratterrà dell’inaugurazione del nono negozio diretto nell’area urbana di Torino. Una presenza ormai ultradecennale sul territorio, con il primo punto vendita di via Vandalino aperto nel lontano 1995.

A cui, è poi seguita, l’apertura di un punto vendita di grande successo nella stazione di Porta Nuova, a metà tra il travel retail, cioè la distribuzione per chi viaggia, e il negozio di prossimità, al servizio degli abitanti del quartiere. Senza dimenticare che a Collegno, per esempio, si trova uno dei negozi più grandi della catena. Un vero e proprio flagship store da 3mila metri quadri, ristrutturato lo scorso anno. In corso Vigevano, invece, la nuova sede godrà di una viabilità favorevole, con il nuovo Viale della Spina di recente inaugurazione, e della presenza di parcheggi, che rappresenta un punto di forza indiscutibile, soprattutto in una grande città come Torino.

«Unieuro ama Torino – spiega Rosario Gambardella, a capo dei 232 punti vendita diretti Unieuro sparsi per l’Italia – al punto da aver scelto un edificio che tutti i torinesi conoscono per aprire un nuovo e importante punto vendita, destinato a servire un quartiere storico e popoloso». La ristrutturazione dei locali interni è ben avviata. «Le location in città non mancavano – continua Gambardella – ma abbiamo scelto di privilegiare il recupero di un’intera area oggi purtroppo abbandonata al degrado. È il nostro modo di metterci al servizio della città, di fare la nostra parte».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo