Schermata 2017-07-18 alle 08.20.48
News
IL CASO

“Una volta terminati i controlli il Barattolo è terra di nessuno”

Sopralluogo del capogruppo dei Moderati, Magliano: “Difficoltà anche nei soccorsi”

Compressori in vendita su via Carcano, a un centinaio di metri dall’ingresso del Barattolo. O ancora le difficoltà di transito delle ambulanze. Sono i problemi denunciati dal capogruppo dei Moderati in consiglio comunale, Silvio Magliano, autore di un sopralluogo nella zona di Vanchiglietta, la scorsa domenica, con il mercato in piena attività. «Ho visto un uomo – spiega Magliano – utilizzare il bagaglio della propria auto come banco di vendita. Inoltre verso le 10 si è riproposta una scena già vista. Un’ambulanza, chiamata per soccorrere una persona ha avuto grosse difficoltà a raggiungere il luogo dell’intervento, rimanendo imbottigliata per lunghi minuti all’altezza del cancello che immette nella area del parcheggio». Sempre secondo Magliano i controlli della municipale terminerebbero verso le ore 11, lasciando poi spazio alla vendita di oggetti nuovi in esposizione. Oltre a generi alimentari e bevande.

Polemiche smontate dai vigili urbani secondo cui i controlli andrebbero avanti fino alla conclusione del mercato. E dopo la sconfitta dei cittadini nel ricorso al Tar la novità sarà lo spostamento dei venditori del libero scambio nell’ex magazzino delle pietre, sempre su via Carcano. Un trasloco importante secondo Francesco Planeta, presidente dell’associazione ViviBalon, che su Barattolo vuole togliersi qualche sassolino dalle scarpe. «Non riesco a capire tutto questo accanimento replica Planeta -. I controlli vanno avanti fino a fine mercato e si sta cercando di lavorare bene. Ormai c’è una polemica per ogni cosa, anche inventate». Stesso discorso per la questione pulizia. «Io, personalmente – conclude Planeta – controllo affinché l’area venga pulita. Ma andiamo anche a vedere cosa succede al parco Colletta…».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo