coppa davis 76
Spettacolo
REUNION

“Una squadra” magica che conquistò la Davis si ritrova sotto la Mole

Il Tff presenterà il 28 novembre dalle 17 all’Uci del Lingotto il documentario dedicato alla storica vittoria del 1976 in Cile. In sala Panatta, Barazzutti, Bertolucci, Zugarelli e Pietrangeli

Quella tra Torino e il tennis è una storia d’amore che non accenna a spegnersi, nonostante qualche difficoltà organizzativa nei primi giorni delle Atp Finals. A fine novembre in città arriveranno gli atleti che giocheranno la Coppa Davis 2021 e al Torino Film Festival saranno celebrati i campioni che nel 1976 in Cile vinsero per l’Italia l’unico trofeo della nostra storia. Saranno tutti all’Uci del Lingotto domenica 28 novembre per una clamorosa reunion: appuntamento alle 17 con Neri Marcoré che condurrà un incontro a cui parteciperanno Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Tonino Zugarelli e Nicola Pietrangeli.

L’occasione nasce da uno speciale che il Tff ha inserito in programma all’ultimo minuto dedicato a “Una squadra”, esordio alla regia del produttore Domenico Procacci, docuserie che verrà mostrata fuori concorso. Pietrangeli nel 1976 era il capitano della squadra che raggiunse per ben tre volte la finale. «Il cinema – commenta il direttore artistico del Torino Film Festival Stefano Francia di Celle – riscrive la storia: cinque punti di vista per raccontare eventi che hanno infiammato l’Italia. Emozioni, sorprese, entusiasmi e acrimonie si intrecciano sapientemente a preziosi materiali d’archivio per dare vita sullo schermo a una verità viva e cangiante. Il Tff fa il tifo per l’opera prima da regista di un protagonista del cinema italiano».

La vittoria in Cile fu epica e venne raccontata qualche anno fa da un altro film, “La maglietta rossa” del torinese di adozione Mimmo Calopresti: intorno a quella finale si creò ai tempi un vero e proprio caso politico, con enormi polemiche sull’opportunità di andare a giocare con la maglia dell’Italia nel Cile del dittatore Pinochet. I tennisti sfidarono il regime con una divisa dai colori “comunisti” e vinsero, facendo la storia.

«È stata una pagina importante della nostra storia e in questi giorni a Torino il tennis torna protagonista con le Atp Finals e la Coppa Davis», sottolineano Enzo Ghigo e Domenico De Gaetano, rispettivamente presidente e direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino. «Passato e presente si incontrano idealmente sullo schermo cinematografico e in campo dando agli spettatori quelle emozioni che solo i grandi eventi sanno dare».

Le finali raggiunte ma poi perse sono nel ‘77 contro l’Australia, nel ‘79 contro gli Usa e nel ‘80 contro la Cecoslovacchia. Nelle prime due edizioni, ‘76 e ‘77, la squadra aveva come capitano non giocatore una leggenda del tennis italiano, Nicola Pietrangeli, ritiratosi dall’attività agonistica solo da pochi anni. Pietrangeli, da giocatore a sua volta finalista nel 1960 e 1961, verrà poi esonerato dalla sua stessa squadra dopo la sconfitta del ‘77 in Australia.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo