sandra milo
Spettacolo
CINEMA MASSIMO

Una sfilata di star per “Lovers”

Sarà Sandra Milo ad aprire il festival di Luxuria previsto dal 17 al 20 giugno. Attesi anche Della Gherardesca e la Sciarelli

Un’edizione così ricca di ospiti al Lovers Film Festival non se la ricordano: a cominciare dalla madrina Sandra Milo, per concludere l’ultimo giorno con il mini-concerto esclusivo di Malika Ayane, dal 17 al 20 giugno a Torino sarà una lunga processione di attori, attrici, musicisti, icone e tanti altri, pronti a incontrare il pubblico dopo troppi mesi di reclusione.

«Lo scorso anno – ricorda la direttrice del festival, Vladimir Luxuria – avevamo grandi ospiti ma a causa del Covid li abbiamo persi quasi tutti per strada: questa volta ho voluto invitarne tanti per non rischiare di avere lo stesso problema, e hanno accettato tutti». Si parte quindi con la madrina di questa edizione, Sandra Milo, che sarà alla Mole Antonelliana per un incontro speciale sulla sua carriera e i suoi film, cui seguirà un saluto al pubblico del cinema Massimo nella serata inaugurale di giovedì 17.

Oltre alla citata Malika Ayane, sono attese la conduttrice di “Chi l’ha visto?” Federica Sciarelli e Dori Ghezzi, che parlerà di sé e del suo compianto marito Fabrizio De André; in veste di giurato c’è anche Costantino Della Gherardesca, e poi arriveranno ancora la disegnatrice trans Fumettibrutti, autrice della locandina, e il senatore Zan che aggiornerà sul decreto a suo nome sulla omolesbotransfobia. «Il cinema – aggiunge Luxuria – vuol dire grande schermo: non si può dire di aver visto Torino se si guarda solo una cartolina… Ci vuole la condivisione, la possibilità di sentire le emozioni degli altri: un festival è tutto questo».

I film: sono in tutto 40 titoli, tra lungometraggi, documentari e cortometraggi in concorso e fuori concorso provenienti da tutto il mondo, di cui 32 anteprime nazionali. Fra i Paesi rappresentati: Stati Uniti, Francia, Cipro, Finlandia, Serbia, Ungheria, Israele e Brasile. Da segnalare in chiusura “Sublet” di Eytan Fox, il regista israeliano celebre per “Yossi e Yagger” e “The Bubble”, veterano del festival torinese fin dai suoi esordi sotto la direzione di Giovanni Minerba.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo