MonicaVitti
Spettacolo
CINEMA AMBROSIO

Una sera per l’intramontabile Monica Vitti

Al via la prima edizione dell’International Film Festival che inizia con un omaggio alla diva scomparsa nel febbraio scorso. In programma anche “Deserto rosso”

Il volto, il corpo, il talento di Monica Vitti come “protettrice”: a lei, al suo ricordo e alle sue tante qualità è dedicata la prima edizione di Contemporanea International Film Festival, che inizia oggi e proseguirà fino a domenica 9 ottobre tra Ambrosio Cinecafé e Circolo dei lettori. «Abbiamo deciso – spiega l’ideatore dell’evento, Fulvio Paganin di Distretto Cinema – di intitolare ogni anno il festival a una grande donna del cinema. Non potevamo non cominciare da Monica Vitti, cui nello scorso ottobre alla Mole Antonelliana dedicammo retrospettive, incontri e mostre».

Il programma di questa sera, dalle ore 20, vede la presenza di Cristina Borsatti, autrice della biografia di Monica Vitti scritta nel 2005 con il contributo di Mario Monicelli, Dino Risi ed Ettore Scola. La scrittrice, prima della proiezione del capolavoro “Deserto rosso” di Michelangelo Antonioni, ripercorrerà la straordinaria carriera dell’attrice raccontando in parallelo anche la vita di Maria Luisa Ceciarelli (il suo vero nome), la bimba che sfoggiava “le sette sottane che la madre le metteva per tenerla al caldo”.

Scomparsa nel febbraio scorso, Vitti è stata per 40 anni icona della modernità e con i suoi personaggi ha interpretato le trasformazioni del ruolo della donna nella società italiana, entrando nell’immaginario collettivo. La cerimonia di inaugurale, gestita da Paganin e dalla co-direttrice artistica Giulia Magno, vedrà anche la presenza di Demetra Bellina, giovane e promettente attrice friulana classe 1995 che lo scorso anno è stata protagonista con Claudio Bisio della serie “Tutta colpa di Freud” e ha girato “Comedians”, diretto dal premio Oscar Gabriele Salvatores, oltre alla serie televisiva “Non mi lasciare” prodotta da Rai Fiction.

Sarà una serata intensa e lunga perché dopo “Deserto rosso” è prevista l’anteprima italiana di “The Dog Who Wouldn’t Be Quiet”, l’ultima opera della visionaria Ana Katz, un film lanciato dal Sundance Film Festival che punta a esplorare in modo visionario l’imprevedibilità dell’esistenza. L’ingresso alla serata di apertura costa 5 euro ma per incentivare il pubblico più giovane, che dovrà garantire un futuro alle sale, gli under 26 entreranno gratis.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo