Pino
Cronaca
PINO TORINESE

Una pioggia di videocamere contro i topi d’appartamento

Il Comune investirà 150mila euro per 30 impianti

Il Comune di Pino è pronto a investire per installare trenta nuove telecamere “a difesa” del paese. Una necessità soprattutto dopo le recenti ondate di furti negli appartamenti e nelle ville, cui la sindaca Alessandra Tosi risponde con un investimento di 150mila euro. «Avevamo candidato il progetto a un bando statale ma Pino non figura come “centro ad alto rischio criminalità” e quindi non siamo riusciti a entrare in graduatoria» spiega la prima cittadina.

Gli impianti copriranno l’intera Pino, dal cimitero al parcheggio del centro polifunzionale. Poi gli ingressi del paese, le scuole e l’ex stazione di risalita del Planetario: un totale di trenta “occhi elettronici” che dovrebbero servire da deterrente contro ladri e vandali e che si aggiungono ai diciassette già esistenti (per 416mila euro di piano complessivo, partito a fine 2019). Strumenti fondamentali soprattutto per un paese, come Pino, che può disporre di pochi vigili.

L’obiettivo del Comune è approvare il progetto delle installazioni nelle prossime settimane e poi chiedere preventivi, in modo da cominciare a piazzare le telecamere entro la fine dell’anno.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo