Samco
News
LE NOSTRE ASSOCIAZIONI. La Samco di Chivasso

Una lunga corsa in auto per soccorrere i malati e aiutare le loro famiglie

L’obiettivo è di offrire supporto ai pazienti oncologici e ai loro parenti sull’intero territorio della Asl To4

La Samco di Chivasso è nata nel 1989 come fondazione e si è trasformata in associazione nel 2004. Il suo obiettivo è quello di dare sostegno alle persone affette da malattie tumorali o croniche e divulgare la cultura delle cure palliative, impegno sempre svolto in sinergia con le strutture sanitarie e in collaborazione con i medici e le équipe sanitarie e domiciliari dell’Asl To4.

I suoi volontari si muovono all’interno del bacino dell’Asl di riferimento, una delle più popolose della provincia toccando realtà come Settimo, la collina, il chivassese e molti comuni del basso canavese. Fra le importanti attività portate avanti dall’associazione quelle legate alla prevenzione e alla diagnosi tempestiva del melanoma grazie ad una media di 500 visite annuali gratuite, lo sportello di ascolto per pazienti e famiglie, l’accompagnamento gratuito in strutture sanitarie per visite ed esami clinici a pazienti soli ed economicamente disagiati e la sensibilizzazione sulle cure palliative sia domiciliari che in hospice. Le attività dell’associazione vengono portate avanti grazie al duro lavoro di oltre 40 volontari attivi che si aggiungono a più di 300 soci. Il sodalizio è presieduto dal professor Libero Ciuffreda, direttore dell’oncologia medica della Città della Salute di Torino che sottolinea l’importanza dei vari progetti dell’associazione: «Siamo operativi su più campi grazie ai nostri volontari che nell’ultimo anno si sono occupati di 260 pazienti a domicilio, le nostre vetture hanno percorso oltre 120mila chilometri, assistito famiglie e anche 100 pazienti direttamente nella struttura di Foglizzo».

E proprio questi numeri rappresentano bene l’attività della Samco. “Con noi meno soli” nasce nel 2008 come accompagnamento gratuito in strutture sanitarie per visite ed esami destinati a pazienti soli o economicamente svantaggiati. Un altro progetto molto apprezzabile è quello di assistenza psicologica familiare “Progetto famiglie fragili”. Grazie alla collaborazione dell’Asl, della fondazione Faro e dei servizi sociali intercomunali l’associazione si occupa di dare sostegno a famiglie con un malato oncologico che hanno all’interno un altro soggetto fragile. Questo si concretizza in svariati modi; dal supporto di minori, al disbrigo di pratiche burocratiche, all’aiuto psicologico e ogni anno riguarda oltre 70 famiglie.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo