Un’immagine storica di villa Lesna
News
LA STORIA

Un piccolo paese nato dentro la città tra villette, cascine e palazzine liberty

Il quartiere deve il suo nome alla villa costruita nel XVII secolo dalla famiglia dei conti di Lessolo

Tutto è iniziato da una remota cascina. Come spesso è acceduto per i quartieri periferici di Torino, il nome della borgata moderna è derivato da quello di una antica cascina. Anzi: ad una cascina con ambizioni di grandezza. Il quartiere deve il suo nome alla villa-cascina Lesna, costruita nel XVII secolo dalla famiglia dei conti di Lessolo. Per identificarla, si deve entrare nel cortile della parrocchia Madonna della Guardia: l’edificio in fondo, abbandonato, è quanto resta del vecchio cascinale barocco.

L’edificio presenta ancora oggi gli elementi architettonici dell’epoca, ed è un peccato che non sia restaurato e visitabile: sarebbe un prezioso esempio di casa nobiliare di campagna, con tanto di piccola cappella annessa (dedicata a San Francesco d’Assisi). All’interno si trova anche un imponente scalone di scuola juvarriana e, sotto di esso, un rifugio antiaereo risalente all’epoca del secondo conflitto mondiale.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo