giorgio parisi fisico
Cultura
Oggi l’inaugurazione della nuova edizione

Un Nobel per il Salone. E la carica delle scuole riempie anche gli hotel

Il fisico Giorgio Parisi interverrà con un messaggio. Federalberghi: prenotazioni al livello di due anni fa

Un Nobel per il Salone del libro: il fisico Giorgio Parisi, di recente insignito del riconoscimento, parteciperà infatti con un video messaggio alla cerimonia inaugurale, questa mattina nelle sale del Lingotto. Una piccola “sorpresa” che si è concretizzata nella giornata di ieri e che aggiunge altri motivi di orgoglio agli organizzatori di Librolandia. Per una edizione che forse non batterà più i record di presenze degli anni passati, ma di certo sarà decisamente partecipata: a cominciare dalle scuole, visto che sono oltre quattrocento le classi, di tutta Italia, che hanno già prenotato la visita e che questa mattina varcheranno i cancelli del Lingotto. Per molti dei ragazzi questa potrebbe essere la prima gita scolastica, dopo i duri mesi della pandemia e della didattica a distanza.

A queste classi, se ne aggiungono mille, per un totale di 22.564 iscritti, che parteciperanno alle gite “virtuali”. Si tratta di una iniziativa chiamata CodyTrip: si vedrà da dietro le quinte come funziona la macchina organizzativa, s’incontreranno autori, editori e librai, si visiteranno gli stand, ci entrerà nelle sale conferenza, in sala stampa, si leggerà, si giocherà, si faranno laboratori pratici, si affronteranno sfide di coding e si esplorerà il Lingotto. E i ragazzi animeranno di certo quella che, da quattordici anni ed edizioni, è la loro “casa”, il Bookstock che per la prima volta occuperà un padiglione intero del Lingotto, con una superficie di 7.300 metri quadri.

Ma l’effetto Salone sta facendosi sentire un po’ in tutta la città. A quanto riferiscono le associazioni di categoria, negli alberghi si è registrato un buon numero di prenotazioni – per la maggior parte gli staff delle grandi case editrici, gli autori, ma anche molti turisti e va da sé scolaresche – «ai livelli di due anni fa, più o meno», confermano infatti da Federalberghi.

Anche i tassisti faranno la loro parte, nell’accogliere i visitatori e trasformandosi in ambasciatori della lettura con l’iniziativa “Lecteur de Rue”, dell’associazione Art in Taxi che organizza regolarmente flash mob o esposizioni itineranti a bordo delle auto bianche in città. I “lettori di strada” inviteranno alla lettura passeggeri e colleghi con libri a bordo delle auto del servizio pubblico e una citazione di Woody Allen “Leggo per legittima difesa”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo