Foto: Depositphotos
Cultura
IL FATTO

«Un museo della storia dell’omosessualità a Torino»: la proposta dell’associazione “Fuori!”

La lettera del presidente della fondazione, Angelo Pezzana, indirizzata a Lo Russo e Cirio

“Un museo della storia dell’omosessualità a Torino“. E’ la proposta di Angelo Pezzana, presidente della Fondazione Sandro Penna ‘Fuori!’, spiegata in una lettera indirizzata al sindaco eletto Stefano Lo Russo ed al presidente della Regione Alberto Cirio.

“TORINO, CAPITALE DEI DIRITTI”
“Leggiamo ovunque che Torino, in Italia, è ritenuta la ‘capitale dei diritti’ e che deve ritrovare la sua vocazione turistica intercettando nuovi flussi di visitatori – si legge nel testo -. Ecco che, quindi, vogliamo dire la nostra: riteniamo fermamente che la città debba ospitare un museo dell’omosessualità, e lo diciamo con dati alla mano e per vari motivi”.

L’ESEMPIO DI BERLINO
“La Fondazione che presediamo possiede e custodisce uno dei più importanti archivi dedicati al movimento omosessuale, che siamo pronti a mettere a disposizione – aggiunge Pezzana -. In aggiunta ci sono esperienze analoghe come lo Schwules Museum di Berlino (che riscuote un gran successo) ed il fatto che fra un anno qui si svolgerà l’assemblea generale dei pride europei ed arriveranno i principali stakeholder LGBT.

“CONTEREBBE SUL SOSTEGNO DEGLI ATENEI”
Il Piemonte punta da anni su questi temi, basti vedere che Torino è l’unica città italiana dove esiste la cattedra di ‘Storia dell’omosessualità‘. Il museo, quindi, conterebbe sul sicuro sostegno degli atenei locali. Certi di un vostro riscontro, siamo pronti ad illustrarvi di persona i dettagli della nostra idea”.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo