Pacchi alimentari di Torino Solidale
News
IL FATTO

Un milione in più per i pacchi alimentari. La sindaca: «Aiutiamo 10mila famiglie»

Una nuova iniezione di liquidità per la rete di Torino Solidale, che si occupa della distribuzione dei panieri

Si prevede che quello del 2020 sarà un inverno durissimo, non solo dal punto di vista sanitario. Per far fronte all’emergenza economica, che nei prossimi mesi rischia di mordere tanti torinesi, il Comune potenzia la rete di assistenza per le famiglie in difficoltà. «Abbiamo stanziato un milione di euro in più per la rete di Torino Solidale» annuncia la sindaca Chiara Appendino, tramite i suoi canali social. Solo pochi giorni fa la firma dell’ordinanza che ridistribuisce i fondi del bilancio in favore delle fasce più fragili della popolazione. Numeri alla mano, Torino Solidale ha sostenuto 10mila famiglie: 24mila persone, di cui 8mila tra bambini e ragazzi. E con la nuova iniezione di liquidità si ritiene di riuscire a far fronte alle richieste almeno fino al prossimo anno.

La rete, costruita durante la prima ondata dell’emergenza Covid, si articola in dieci snodi di distribuzione di cibo e beni di prima necessita. «Rappresenta un filo diretto con famiglie che stanno vivendo un’emergenza non solo sanitaria, ma anche economica e hanno bisogno di accedere a beni primari, come il cibo. Ma non solo – precisa ancora la sindaca -. Torino Solidale si è fortemente rafforzata e radicata all’interno del tessuto cittadino».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo