concorso
Il Borghese

Un “gioco” di comunità

Scusa, ma a me le sorprese, giusto di questi tempi, non piacciono. Mi dici che cosa volete combinare venerdì, con quel titolo sul giornale? Guardo l’ora, sono le 7 e un quarto, Maia, la mia barboncina, abbaia come una matta, fuori c’è un ’oscura foschia. Mi viene spontaneo un vaffa, ma Giorgio è un amico d’infanzia, e mi trattengo. Così cerco di schiarimi la voce: «Regaliamo a tutti CronacaQui, lo facciamo ogni anno, è una sorta di regalo di Natale anticipato proprio perché porta buono, lanciando il nostro nuovo grande concorso». Lui tace, poi si riprende laconico «ricominciamo con i bollini, insomma… bene». Già, cari lettori, ricominciamo a sfidare la Dea bendata con i bollini. E più bollini si raccolgono, maggiori saranno le possibilità di vincere. Con una chance in più: l’edizione della domenica che moltissimi di voi ci hanno richiesto, potrei dire a gran voce se gli sms e le mail potessero parlare. Sei giorni la settimana in compagnia delle nostre pagine (tra parentesi, sapete che CronacaQui ha il record di notizie rispetto agli altri quotidiani torinesi?) con una cinquantina di bollini in più rispetto al passato. E dunque maggiori possibilità di vincere quella fiammante Fiat 500, e poi i premi settimanali, i buoni spesa e tentare la scalata al premione finale, che può valere fino a un milione di euro. Ma il concorso non è solo un sottile fil rouge che li lega alla fortuna. È di più. È qualcosa che fa parte della comunità dei lettori, sempre più ampia, del nostro giornale. Un gioco che si intreccia con le notizie, un modo per stare insieme e, anche, per inseguire qualche piccolo sogno. Vi aspetto tutti in edicola, confidando in sempre nuovi amici. E non soltanto domani…

fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo