Capodanno
Cronaca
CAPODANNO Appendino: «Farlo in periferia una scelta»

Un finalista X Factor e il tram 4 con djset: «Evento innovativo»

Al PalaAlpitour ticket di tre euro in beneficenza, allo Spazio 211 c’è il nuovo “vip” Samuel Storm

«Abbiamo scelto di fare un Capodanno diverso, innovativo, diffuso sul territorio in due parti della città che saranno legate tra loro». Così la sindaca Chiara Appendino ha difeso gli “eventi a 5 Stelle” organizzati per la notte di San Silvestro.

Sembra quasi che la scelta sia stata voluta, fatta per dare lustro alle periferie. Ma la stretta sulla sicurezza imposta dalla circolare Gabrielli dopo la tragica notte di Champions League del 3 giugno avrebbe reso troppo oneroso per le casse comunali il classico Capodanno in piazza.

E nessuno dei funzionari a Palazzo Civico, mentre fioccano avvisi di garanzia, avrebbe mai firmato l’autorizzazione per un evento all’aperto in centro. E così Appendino ha passato gli ultimi giorni, tra una bega e l’altra, a cercare di convincere Sky a concedergli un suo cantante di X-Factor per rendere più attrattivo l’ultimo dell’anno. E ce l’ha fatta.

A Barriera di Milano, nella festa dello Spazio 211 di via Cigna, infatti, salirà sul palco il quarto finalista dell’ultima edizione del talent show, Samuel Storm. «La sua presenza è simbolica – ha spiegato il direttore artistico Pier Umberto Ferrero – perché da piccolo è scappato dai suoi genitori, ha attraversato il deserto per otto mesi, ha preso un gommone ed ora vive in Sicilia: la sua vittoria è stata la musica».

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo