Depositphotos
Salute
La buona notizia

Un cuore da Praga per un 12enne di Asti: ponte aereo e miracoloso intervento al Regina Margherita

Operazione eseguita dall’equipe del dottor Carlo Pace, nonostante i tempi strettissimi

Un miracoloso intervento, eseguito al Regina Margherita, ha donato un cuore nuovo a un ragazzo di 12 originario dell‘Astigiano, che da due mesi viveva con un cuore artificiale e che rischiava la vita. Lo ha eseguito l’equipe del dottor Carlo Pace, dopo che – al termine di un’attesa che si protraeva da mesi – un ponte internazionale ha permesso l’arrivo di un cuore dalla Repubblica Ceca. 

Il Centro Regionale Trapianti  del Piemonte, una volta venuto a conoscenza della disponibilità dell’organo, donato da una ragazza deceduta per annegamento, ha organizzato un volo nella notte per l’equipe di prelievo a Praga. Rientrati in Italia, i medici hanno eseguito il difficile intervento che ha restituito un cuore funzionante al ragazzo, durato sette ore.

È la prima volta che al Regina Margherita viene eseguito un intervento con un cuore arrivato da così lontano. Normalmente, infatti, sono accettate solo donazioni da sedi che possono essere raggiunte con un volo di non più di due ore.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo