Ivan Juric (Depositphotos)
Sport
QUI TORO

Un croato per Juric: dalla Lazio spunta il gigante Toma Basic

La nuova idea per il centrocampo granata

Un’altra giornata di indecisione e di ripensamenti, Ivan Ilic è ancora combattuto. La partita tra Toro e Marsiglia per assicurarsi il centrocampista serbo rimane aperta, anche se i responsi definitivi sono attesi da un momento all’altro. La situazione non è cambiata più di tanto: il presidente Cairo si è avvicinato all’offerta dei francesi da quasi 20 milioni di euro per l’Hellas Verona e da oltre 1.5 milioni a stagione per il giocatore, ma tra i due club c’è una sostanziale differenza. Il Marsiglia permetterebbe ad Ilic di terminare la stagione in gialloblu, mentre il trasferimento in granata sarebbe immediato. Da qui la spinta dal Verona ad accettare la proposta francese e i dubbi del classe 2001, il quale è attratto dall’idea di riabbracciare Ivan Juric. Così resta in bilico anche l’operazione Hien, imbastita tra Cairo e il patron Setti per la prossima estate, e da via Arcivescovado valutano le alternative per non rischiare di rimanere con il cerino in mano per quel che riguarda la mediana. L’ultimo profilo entrato negli uffici della coppia CairoVagnati è quello di Toma Basic: un altro slavo, che alla Lazio non sta trovando lo spazio che avrebbe voluto e in caso di offerte concrete valuterebbe seriamente l’addio ai biancocelesti. Il ventiseienne croato è un gigante di oltre un metro e 90 di piede sinistro, l’identikit coincide praticamente alla perfezione con le richieste di un centrocampista fisico e mancino indicato da Juric. Non tramonta nemmeno l’ipotesi Dennis Praet, pronto a tornare in auge nel caso in cui il Toro fallisse gli altri obiettivi. E poi rimangono sulla lista giocatori più di gamba che di piede, più incontristi che registi, come il viola Alfred Duncan e il friulano Jean-Victor Makengo. Tra Firenze e Udine ci sono i due profili che permetterebbero a Juric di avere un centrocampista di rottura, anche se si andrebbe decisamente a penalizzare la qualità. In più, bisogna considerare che in questo momento Toro, Fiorentina e Udinese sono in lotta per gli stessi obiettivi, quindi difficilmente si rinforzerebbero a vicenda. Al Fila, però, Juric ritrova diverse alternative per la trasferta di Empoli: Schuurs può tornare titolare, Aina rivede la convocazione e Lukic sta decisamente meglio. E poi bisognerà valutare Djidji, reduce dall’intervento per ridurre la frattura al setto nasale rimediata a Firenze.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo