cordolo via nizza
Cronaca

Un cordolo contro gli ingorghi di via Nizza

Via la banchina, dentro un cordolo. E’ la soluzione su cui sta lavorando la Circoscrizione 8 per risolvere il problema delle lunghe code che si formano quotidianamente in via Nizza, nel piccolo tratto tra via Leonardo da Vinci e piazza Carducci. La richiesta presentata dal capogruppo della Lega della 8, Stefano Delpero, prevede la rimozione della banchina spartitraffico, con l’intento di far defluire il traffico lungo la rete stradale. «In quel tratto – spiega Delpero -, si verificano molte code, a tutte le ore del giorno. E poi c’è il problema delle auto in doppia fila che causano ulteriore traffico».

Per difendere la pista ciclabile, e prevenire eventuali incidenti, è stata proposta l’installazione di un cordolo stradale lungo tutto il percorso incriminato. «La banchina – ha precisato il coordinatore ai Lavori Pubblici della 8, Alberto Loi Carta -, avrebbe la funzione di proteggere i ciclisti dalle auto che passano a destra del tram, sorpassandolo per non perdere il semaforo verde». Un’isoletta, importante per la sicurezza, che potrebbe un domani godere di una piccola modifica. «Un intervento di sicurezza – ha concluso il presidente della Circoscrizione 8, Massimiliano Miano -, garantirà a quei venti metri antistanti piazza Carducci di non finire in balia di sosta selvaggia o pericolosi e azzardati sorpassi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo