linea 1 borgaretto
Cronaca
NICHELINO

Un autobus per la Palazzina: «Linea 1 anche nel week end»

Il Comune vuole collegare la residenza alla città e tratta con Gtt

Al lavoro per rendere Stupinigi a portata di bus. Un vecchio sogno dell’amministrazione di Nichelino che potrebbe diventare realtà con il prolungamento della Linea 1: la navetta che collega il cimitero di via Pateri con largo delle Alpi e viceversa, in un percorso circolare interno al comune e che, per ora, funziona solo in settimana.

«Stiamo discutendo il progetto con Gtt – illustra l’assessore ai Trasporti e viabilità, Francesco Di Lorenzo -. L’idea è quella di far transitare la navetta anche nel week end e di istituire una serie di fermate che dall’attuale capolinea di largo delle Alpi conducano siano in corso Torino». In sintesi rivedere il percorso della navetta, che circola solo sul territorio comunale, prolungandola lungo via XXV Aprile fino a viale Torino e, qui, farla svoltare a sinistra verso la palazzina bypassando il problema delle coincidenze con altri mezzi e accordi tra comuni.

Al momento infatti a garantire il collegamento con Stupinigi è la sola Linea 41 (con direzione per e da Borgaretto), con passaggi solo ogni mezzora durante il fine settimana e nei festivi, ossia quando il flusso di visitatori è più intenso. Il tutto in attesa del prolungamento della linea 4, che attualmente ferma al fondo di corso Unione Sovietica, sino ai poderi settecenteschi che fanno da preludio alla Palazzina. Progettazione, quest’ultima, che rientra nel programma Stupinigi 2030 e mira, attraverso il contributo della Regione e del ministero della Cultura, a fare della Palazzina e del suo parco una seconda Venaria. Ma intanto occorre ricongiungere la frazione almeno con la città, soprattutto nell’ottica di una fruizione a 360 gradi delle mostre d’arte proposte e degli eventi primaverili ed estivi quali i concerti del Sonic Park che attirano soprattutto giovani e giovanissimi. Ma non solo: «Attualmente per raggiungere la frazione e viceversa è possibile utilizzare la pista ciclabile, ma non sempre è pratico soprattutto per chi è anziano o nel periodo invernale – spiega Di Lorenzo -. Il prolungamento della navetta servirebbe anche questa fetta di popolazione che magari non ha o non usa l’auto». Il dialogo va avanti: «Stiamo attendendo una valutazione economica di Gtt per capire se il progetto potrà partire entro la primavera e quale potrebbe essere l’eventuale impegno da parte del Comune».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo