VAL DELLA TORRE Da ieri pomeriggio i vigili del fuoco lottano contro le fiamme

Un altro incendio nei boschi: il rogo alimentato dal vento

Anche il sindaco Carlo Tappero tra i volontari impegnati nelle operazioni di spegnimento

Sono ore di grande apprensione a causa dell’incendio scoppiato nel pomeriggio di ieri nella zona tra Borgata Moschette, il cimitero valtorrese e l’area del Rosselli. Un rogo che, alimentato anche dal vento, si è allargato con il passare delle ore e che nella tarda serata di ieri non accennava a fermarsi.

L’allarme è stato dato da residenti e automobilisti poco dopo le 16. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Torino, Alpignano e Almese oltre agli uomini dell’Aib. E con loro anche il sindaco Carlo Tappero, che ha immediatamente interrotto una riunione in municipio per recarsi sul posto, essendo anche lui un volontario dell’Antincendi Boschivi.

«La situazione è in controllo per ora – spiegava ieri sera il primo cittadino – Il vento, soffiando dalle montagne verso Torino, sta evitando che il fronte si spinga verso il centro abitato e ci porti ad una evacuazione dei cittadini». Il fronte, alle ore 16, era di 200 metri, ma nel corso delle ore è aumentato, con decine di uomini che con ogni mezzo stanno cercando di spegnere le fiamme. «Stiamo facendo di tutto affinché non arrivi a Givoletto», tiene ancora a precisare Tappero.

Le fiamme ancora in serata erano visibili da La Cassa a Rivoli e persino da Vinovo. «Domattina (oggi per chi legge, ndr) cercheremo di spegnerlo, anche con l’utilizzo di un elicottero, oltre che con un aumento degli uomini, sia Aib sia dei vigili del fuoco», conclude Tappero.

A monitorare la situazione ci stanno pensando anche i carabinieri della compagnia di Rivoli, con i militari che per tutto il pomeriggio hanno raccolto informazioni per cercare di capire se qualcuno avesse visto dei sospetti piromani. Per gli inquirenti potrebbe anche trattarsi di un incendio doloso.

Come nel febbraio di un anno fa, sempre in Borgata Moschette, dove alcuni piromani diedero fuoco alla zona. E dove, nel novembre scorso, l’assessorato all’Ambiente di Val della Torre, guidato da Alessandro Nonnato, aveva organizzato la manifestazione “Rimboschiamoci le maniche”, con la piantumazione di giovani alberi, sia latifoglie sia arbusti.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single