PiazzaSanCarlo
Cronaca
LA GIORNATA L’accusa di morte in conseguenza di un altro reato è stata contestata a Ayeme Es Sabin

Un altro arresto per il panico killer: aveva detto di non essere in piazza

Il 21enne è già detenuto nel carcere di Aosta per altri colpi messi a segno in Italia e in Europa

Un altro arresto per l’ondata di panico killer che il 3 giugno dello scorso anno ha provocato 1.525 feriti e una vittima, la 38enne Erika Pioletti, durante la finale di Champions tra Juventus e Real Madrid.

Il reato di morte in conseguenza di altro reato è stato contestato a un terzo componente della banda dello spray, il marocchino Ayeme Es Sabini, 21 anni, già detenuto nel carcere di Aosta per gli altri colpi messi a segno in Italia e in Europa.

Gli altri due accusati di aver scatenato il disastro per arraffare catenine d’oro tra i tifosi accalcati in piazza San Carlo sono Mohammed Machmachi e Sohaib Bouimadaghen, alias “Budino”.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo