Gatti
News
LA STORIA La signora è arrivata al punto di indebitarsi per sfamare i suoi mici

Un aiuto per salvare Bianca: «Ho troppi gatti, adottateli»

L’appello del gattile di Piazza d’Armi: «Gli animali sono tutti in buone condizioni»

«I miei gatti sono come figli, venderei un rene piuttosto che separarmi da loro». Bianca vive a Barriera di Milano e ha tanti, troppi gatti con sé in casa. Gatti che lei adora e ai quali non rinuncerebbe per nulla al mondo. Tuttavia, negli ultimi anni la sua vita è peggiorata e oggi Bianca vive in condizioni molto difficili e con diversi debiti sulle spalle, al punto che della sua situazione si è interessato anche il gattile di piazza d’Armi.

«È stata dura convincerla a farsi aiutare – racconta il responsabile, Eraldo Bellini – ma non poteva più andare avanti così». E pensare che fino a qualche tempo fa Bianca conduceva un’esistenza normale e aveva anche un negozio di cibo per animali a Settimo Torinese.

I gatti li ha sempre amati, tant’è che accoglieva in casa senza problemi tutti quelli che gli altri le portavano perché non potevano più tenerli o per altri motivi. Poi però sono iniziati i problemi: il lavoro andava male e in poco tempo Bianca si è ritrovata in grosse difficoltà economiche.

Oggi lavora part-time in una casa di cura, il suo stipendio è basso e gran parte dei suoi guadagni li spende per i suoi gatti, a volte anche trascurando sé stessa. Così, per darle una mano, il gattile ha aperto la pagina Facebook “I gatti di Bianca” e in breve tempo tantissime persone hanno iniziato a inviarle denaro, scatolette di cibo e altri aiuti.

Ora però tutto questo non basta più: Bianca è cagionevole di salute e serve qualcuno che abbia voglia di adottare un po’ dei suoi micetti. «I suoi gatti – dicono dal gattile – sono tutti vaccinati e non hanno problemi di salute. Speriamo che qualche anima buona ne prenda un po’ con sé, altrimenti Bianca farà ancora più fatica ad andare avanti». Chiunque volesse avere informazioni può visitare la pagina Facebook “I gatti di Bianca”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo