DeLigtGiornale
Sport
«OBIETTIVO 2° POSTO»

Udine ultima spiaggia, De Ligt suona la carica: «Juve, più coraggio…»

I bianconeri a caccia di un piazzamento in Champions: domani la sfida ai friulani di Gotti

«Siamo una squadra molto forte, che deve giocare per lo scudetto. Adesso è impossibile e quindi il nostro focus deve essere arrivare secondi». Il difensore della Juventus, Matthijs De Ligt, fissa gli obiettivi per il finale di stagione. «A Firenze vai per prendere i tre punti, non lo abbiamo fatto e siamo anche noi delusi – ha aggiunto l’olandese ai microfoni di Sky Sport -. In questa fase della stagione è molto importante prendere i tre punti. Dobbiamo fare di più, dobbiamo avere più intensità e più coraggio con la palla».

«Penso di avere tra le mie qualità quella di fare gol e non sono felice di aver realizzato solo una rete fino a questo momento della stagione, voglio migliorare in questo – ha detto a proposito del suo rendimento -. Ma serve una crescita generale in tutti noi: da chi calcia l’angolo a chi fa blocco e chi colpisce di testa. In questo periodo pieno di partite importanti voglio segnare di più per aiutare la squadra».

La stagione a Torino non è stata delle migliori, ma De Ligt si dice comunque «onorato di giocare nella Juve e pensare di essere un giorno il capitano di questa squadra», ha aggiunto scacciando così le voci che lo vorrebbero nel mirino del Barcellona. Adesso, però, conta di più il presente: «In rosa ci sono quattro capitani, calciatori di esperienza che giocano da anni qui – ha concluso il centrale difensore -. L’importante per me è giocare bene, aiutare la squadra e poi deciderà il mister chi sarà il capitano, ma questo per il momento non è un mio obiettivo».

Vincere a Udine per riprendere ossigeno: questo l’obiettivo della Juve di Pirlo che ha ritrovato Chiesa. I bianconeri non possono più permettersi passi falsi. O sarà crisi sia dentro sia fuori dal campo, dove i danni collaterali per la mancata qualificazione alla Champions porterebbero a un danno economico da 80 milioni di euro, l’ennesima emoraggia per i conti già provati della Vecchia Signora.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo