omicidio-suicidio
News
IL FATTO. Omicidio-suicidio ieri notte in una villa di Rivara

Uccide il figlio 11enne per vendicarsi della ex. «Ora non ci separerai»

L’uomo si è tolto la vita dopo aver sparato al bambino. Poco prima ha scritto una lunga lettera su Facebook

Andrea adorava sua papà. Lo adorava quando lo portava in gita in sella alla sua Harley Davidson, sui monti e oltre, fino in Francia. Lo adorava quando gli portava in dono i Lego che a lui piacevano tanto. Lo adorava quando lo portava in vacanza e sorridevano insieme all’obiettivo in centinaia di selfie abbracciati uno all’altro, in spiaggia e in aereo con la mascherina abbassata sul mento per immortalare la partenza per una nuova avventura. Insieme, inseparabili nonostante papà e mamma da tempo ormai non fossero più una coppia. Andrea probabilmente ieri notte era felice, addormentato nel lettone di papà, convinto che lì nessuno avrebbe mai potuto fargli del male. Non poteva sapere che invece proprio il suo eroe era lì, in piedi al suo fianco, con una pistola in mano. Andrea Baima Poma aveva 11 anni e da una settimana appena aveva cominciato le scuole medie. La scorsa notte suo papà Claudio, 47 anni, gli ha sparato un colpo di pistola al cuore, poi ha rivolto l’arma contro di sé. Un omicidio suicidio preannunciato con una lunga lettera indirizzata alla sua ex, Iris Pezzetti, 44 anni, che l’uomo ha pubblicato sul proprio profilo Facebook insieme a decine di foto che lo ritraggono insieme al bambino. Uno scritto con il quale punta l’indice contro la donna, accusandola di essere la causa di ciò che stava per fare.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo