francesco pannofino
Gli Speciali di CronacaQui
Disponibile dal 26 ottobre su Disney+

TUTTO IN TV. René Ferretti torna in regia

Arriva “Boris 4”, la serie con Francesco Pannofino che interpreta il regista di un’irriverente troupe cinematografica

È una delle voci italiane più famose del cinema, ha doppiato diversi divi di Hollywood, come George Clooney, Antonio Banderas, Denzel Washington e Tom Hanks, parliamo di Francesco Pannofino. Una lunghissima carriera, in cui ha alternato doppiaggio e recitazione, recentemente ha narrato le avventure di Pio e Amedeo in Emigratis, ed è pronto a tornare sul piccolo schermo in qualità di attore con la quarta stagione di “Boris”. A distanza di dieci anni, Pannofino tornerà nei panni di René Ferretti, l’esilarante e scorbutico regista, accompagnato dal suo fedelissimo pesce rosso (Boris), che guida una troupe alle prese con la registrazione di una fiction, “Gli occhi del cuore”. Dopo tre stagioni e un film, la serie torna sugli schermi per raccontare ancora una volta, con un linguaggio satirico e fuori dagli schemi, il dietro le quinte del mondo del cinema e della televisione italiani. Gli episodi saranno disponibili a partire da mercoledì 26 ottobre sulla piattaforma streaming Disney+. Lo stesso Pannofino, in un’intervista rilasciata a “Tv Sorrisi e Canzoni”, ha ricordato gli esordi della serie divenuta poi un cult: «Ricordo l’episodio pilota, girato in un solo giorno, dalle sei di mattina a mezzanotte. Ricordo le riunioni per vedere le puntate, gli studi scalcagnati dalle parti di Ciampino con le pause obbligate quando decollava o atterrava un aereo. Ogni mattina arrivavano i testi. Altro che “surreale”, la serie è un documentario».

I protagonisti che hanno reso la serie un cult
Nel cast di “Boris 4” ritroveremo tutti gli storici protagonisti che hanno reso la serie un cult. Arianna, interpretata da Caterina Guzzanti, affiancherà ancora René, insieme allo “stagista” Alessandro (Alessandro Tiberi). Mentre Pietro Sermonti tornerà a vestire i panni di Enzo Facchetti, nome d’arte Stanis La Rochelle, pseudonimo utilizzato poiché secondo lui la recitazione “un po’ troppo italiana” è la causa della scarsa qualità del cinema del Belpaese. Rivedremo Carolina Crescentini nel ruolo di Corinna Negri, attrice odiata particolarmente da René a causa delle sue scarse qualità recitative. Il direttore della fotografia sarà ancora Duccio (Ninni Bruschetta), il tecnico delle luci Biascica (Paolo Calabresi) con lo “stagista schiavo” Lorenzo (Carlo De Ruggieri). A dirigere la produzione Sergio (Alberto Di Stasio), con Corrado Guzzanti che sarà nuovamente Mariano Giusti. Non ci sarà invece la celebre segretaria di edizione Itala, interpretata da Roberta Fiorentini, scomparsa nel 2019.

La trama della nuova stagione
Sono passati più di dieci anni e tutto è cambiato. La morente tv generalista, con i suoi medici buoni e le paternali contro la droga, è ancora più morente e perfino René e i suoi amici ora lavorano per una piattaforma globale. La serie che René deve girare stavolta è “Vita di Gesù”, nata da un’idea di Stanis La Rochelle. Che non solo vestirà i panni del protagonista, notoriamente morto a 33 anni quando lui ne ha 50, ma anche quelli di produttore, con la sua SNIP (So Not Italian Production). Stanis l’ha fondata con Corinna, che da qualche anno è anche sua moglie. La scrittura della serie è stata affidata ai soliti tre sceneggiatori. Coproduttore e organizzatore è Lopez, che, in pensione dalla Rete, si è reinventato produttore con la sua QQQ (Qualità, Qualità, Qualità). René saprà approfittare della nuova occasione per girare una serie finalmente di qualità e, soprattutto, i protagonisti sapranno adattarsi al mondo che è cambiato così rapidamente?

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo