alex amici 21
Tempo Libero
“Non siamo soli tour”

Tutti pazzi per Alex: «Con me il Capodanno sarà una sorpresa»

La star di “Amici” protagonista del concerto gratuito di domani sera a Chieri: «Felice di piacere a mamme e figlie»

Ha 23 anni e il viso pulito, ma fascino e talento già da vendere Alex, protagonista di Como ad “Amici 21”, il celebre talent show di Mediaset. Sarà proprio lui la stella indiscussa, domani sera, per il Capodanno in piazza a Chieri. La festa a partire dalle 22 all’Area spettacoli ex-Tabasso e Alex approderà qui con il suo “Non siamo soli tour”: un concerto gratuito che radunerà tutti i suoi fan. Un evento che da giorni è sulla bocca di tutti in città e che concluderà in bellezza questo 2022.

Cosa devono aspettarsi i tuoi fan?
«Avrò a disposizione un’ora e in quel lasso di tempo cercherò di cantare tutti i brani possibili. E poi ci sarà una sorpresa molto bella che farò al pubblico insieme a Leonardo Pasquali, un mio amico, un bravissimo chitarrista di Torino, che ha studiato con me a Londra e che in futuro spero di coinvolgere nei miei progetti».

E’ l’idolo delle ragazze più giovani ma anche delle loro mamme che l’adorano lei e le sue canzoni. Che effetto le fa?
«Il fatto di fare musica e vedere che è apprezzata dal pubblico più vario, dà molta soddisfazione. Ai firmacopie in giro per l’Italia mi capita di parlare con ragazzine, ma anche con mamme e nonne ed è bello vedere come la musica sia in grado di unire tutti».

Canta, suona il pianoforte, la chitarra, l’ukulele e scrive canzoni: un talento naturale, ma ha anche studiato molto…
«Sì, puoi anche avere una bella voce, ma io credo che le doti vadano nutrite. Forse a suo tempo, solo Michael Jackson, e ora Bruno Mars, potevano permettersi di oziare in questo senso».

“Amici” è stato il suo trampolino di lancio. Quali sono i pro e contro – se ce ne sono – nel partecipare a un talent show?
«Una cosa positiva sicuramente è che, pur avendo a che fare ogni giorno con grandi interpreti della musica, tra cui anche Fiorella Mannoia, si resta tutti umani e normali. Invece se non si è abbastanza pronti e non ci si conosce a sufficienza a livello di capacità, sconsiglio di partecipare a un programma come questo. È molto ampio e si rischia di perdersi».

Conosce Torino?
«Ci sono stato due volte per i firmacopie e come dicevo, ho diversi amici. Ora non so se avrò occasione di fermarmi, ma certamente ci tornerò».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo