cicogne nido gn
Animali
PINEROLO

«Tutti i nidi sono protetti»: una speranza per le cicogne

La Città metropolitana mette un freno al progetto di abbattimento della ciminiera

Dopo un incontro con la Città metropolitana si apre una speranza per il nido di cicogne sulla ciminiera dell’ex setificio di Abbadia Alpina.

La possibilità è emersa durante una riunione che si è tenuta venerdì scorso tra il settore Tutela fauna della Città Metropolitana e i rappresentanti del Coordinamento Associazioni Pinerolesi, il Comune di Pinerolo e la proprietà dell’area setificio ex Vagnone. Al centro della discussione c’era proprio la tutela delle cicogne “residenti” sulla ciminiera, in un nido dove di recente si è anche schiusa la covata. Il progetto sull’area prevede infatti l’abbattimento della struttura per la costruzione di un nuovo supermercato.

Il Coordinamento delle associazioni ha ribadito la contrarietà all’abbattimento della ciminiera poiché la coppia di animali da oltre vent’anni è stanziale, occupa il nido tutto l’anno ed è difficile che utilizzino il posatoio sostitutivo previsto dal Comune e dalla proprietà al Parco della Pace.

I funzionari della Città metropolitana durante l’incontro hanno spiegato tuttavia che la normativa vigente impedisce la distruzione dei nidi delle cicogne e che nessuna autorizzazione è stata rilasciata. Ci potrebbe essere quindi un intoppo per l’abbattimento e una via di uscita per mantenere il nido.

I proprietari tuttavia non ci stanno. La loro intenzione è comunque di abbattere tutti gli edifici e di compensare costruendo più posatoi per le cicogne, passando da uno a tre, uno dei quali posto dentro l’ex setificio e gli altri nelle immediate vicinanze. La scelta di installare un posatoio nel Parco della Pace non va bene ed è stata abbandonata dopo il parere tecnico-veterinario specializzato.

Presenti all’incontro anche il sindaco, Luca Salvai, e l’assessora, Giulia Proietti. La loro intenzione è di andare avanti con il progetto originario di abbattimento, approvando la proposta dei nuovi posatoi.

L’Amministrazione si è anche dimostrata disponibile a collaborare con il Coordinamento delle Associazioni Pinerolesi per realizzare il progetto “Pinerolo Città delle Cicogne”, che ha obiettivi sia naturalistici che turistici.

La vicenda non è ancora finita dunque e la Città Metropolitana convocherà presto un nuovo incontro durante il quale la proprietà esporrà anche a livello tecnico i contenuti della sua proposta.

Il coordinamento delle associazioni ambientaliste pinerolesi ha poi ricordato di essere ancora in attesa della risposta da parte del sindaco alla petizione che ha depositato il 31 maggio. Un’azione che si aggiunge alla prima petizione online su change.org lanciata oltre tre mesi fa e arrivata a oltre 43 mila firme.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo