pista ciclabile corso potenza
Cronaca
CORSO POTENZA

Tutti contro la pista ciclabile: «Blocchiamo il controviale»

Il comitato “Parco Calabria” pronto a manifestare per protesta

Lunghe code su tutto il controviale e strombazzate di clacson, da via Calabria fino a corso Regina Margherita. La nuova pista ciclabile nel controviale di corso Potenza (parliamo del lato non ancora realizzato) sta dividendo i cittadini che già pensano a organizzare una prima manifestazione di protesta. A portare avanti la battaglia è il comitato “Parco Calabria” che punta a bloccare il controviale nella giornata di venerdì. «Perché non vengono mai ascoltati i cittadini?» protestano le famiglie.

Giusto la scorsa settimana, nei giorni di cantiere, il traffico è letteralmente andato in tilt. Specialmente nelle ore di punta, come dimostrano le foto scattate dai balconi dei palazzi adiacenti la strada. Argomenti che potrebbero diventare fonte di discussione già domani, nel corso di un sopralluogo programmato dall’assessore alla Mobilità di Palazzo Civico, Chiara Foglietta, con il centro civico. «Ci sono arrivate molte proteste in queste ultime ore – spiega il vicepresidente della Circoscrizione 5, Antonio Cuzzilla -. Mi chiedo se la priorità non sia rivedere la viabilità, dato che a tal proposito esiste già un ordine del giorno votato di recente da tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza».

La pista, chiamata a unire il parco Dora con la Pellerina, attraverso anche il parco Calabria ha ridotto sensibilmente la carreggiata per le auto. Il risultato è la formazione di lunghe code. Come se non bastasse, poi, molti continuano ancora a transitare con le bici e i monopattini sui marciapiedi. «In questo stato di cose – accusano i cittadini -, bisognerebbe provare a proporre delle soluzioni alternative, magari sentendo i cittadini».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo