img_big
Cronaca
LA STORIA A Torino verranno celebrati due processi contro la presidente della Fondazione Carmassi

Truffe e furti nelle gallerie d’arte. Spariscono quadri per 160mila €

Truffe e furti commessi nel mondo dell’arte torinese, colpi spregiudicati capaci di fruttare un bottino del valore di 160mila euro. Di questo è accusata la presi­dente della Fondazione che rac­coglie le opere dell’artista tosca­no Arturo Carmassi, scomparso all’inizio dell’anno. Alla donna viene contestato di essersi im­possessata di una decina di ope­re d’arte. Tra il 2017 e il 2019 si apriranno nei suoi confronti un paio di processi presso il tribu­nale del capoluogo piemontese. Le inchieste, coordinate dal gruppo reati contro l’ammini­strazione della procura subalpi­na e condotte dai carabinieri e dalla polizia postale, hanno por­tato nel frattempo alla restitu­zione di tre opere rubate all’arti­sta torinese Nicola De Maria.

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo