ospedale cirie 2 fotogr
Cronaca
IL COLLOQUIO

«Truffe, aggiotaggio e centralismo: ecco i nemici della nostra Sanità»

L’assessore Icardi risponde alle accuse dell’Anaao Assomed sulla carenza di protezioni ospedaliere

Non nega che dei problemi di fornitura ci siano stati nella ripartizione tra le diverse Asl, in particolare di mascherine Fp3 e di camici monouso. Ma l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi garantisce che la burocrazia è l’ultimo dei nemici nella lotta del Piemonte contro il coronavirus. L’Anaao Assomed denuncia, con tanto di esposto in Procura, che la nostra sanità e l’Unità di crisi non hanno fatto abbastanza per la protezione dei nostri sanitari, impantanati come sono nei pachidermici iter delle gare d’appalto? «Peccato che da quando è iniziata l’emergenza, di gare non ne abbiamo fatte neanche una – precisa Icardi -, anzi non lo abbiamo neppure ipotizzato. Poi è normale che una Regione non possa comportarsi come un privato e mandare in giro per il mondo qualcuno con un milione, un milione e mezzo di euro a fare incetta di dispositivi. Dobbiamo appoggiarci a dei privati e che siano seri, perché le truffe sono sempre dietro l’angolo. E poi dobbiamo fare i conti con un mercato ormai al limite dell’aggiotaggio e con un centralismo della Protezione Civile nazionale che spesso ci penalizza».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo