SanLuigi
Cronaca
ORBASSANO

Trovato morto dopo dieci giorni: «Flavio poteva essere salvato»

Si era allontanato dal San Luigi in ciabatte, il corpo era poco distante

Avrebbe compiuto 55 anni oggi, Flavio Cogotti, l’uomo che lo scorso 21 luglio è scomparso dal pronto soccorso dall’ospedale San Luigi di Orbassano, dov’era ricoverato per alcuni accertamenti. Il suo cadavere, in avanzato stato di decomposizione, è stato domenica sera in via Prima Strada all’Interporto Sito – poco distante dall’ospedale – dietro al negozio Bolla Pneumatici. A notare il corpo senza vita sarebbe stato un dipendente dell’attività che ha chiamato il 112.

Secondo le ricostruzioni Cogotti, che era papà di una bimba di 11 anni, si è allontanato volontariamente dal San Luigi, dove la sorella lavora come infermiera, in ciabatte, senza soldi, documenti o telefono. Prima di far perdere le sue tracce, aveva trascorso diverse ore in barella. Familiari e amici avevano segnalato l’accaduto ai carabinieri e tramite i social, spiegando come l’uomo fosse sofferente d’ansia e depressione, con stati di confusione mentale e temporanee amnesie. Nelle ore successive i militari hanno attivato le ricerche in collaborazione con le unità cinofile, polizia locale e protezione civile, raccogliendo testimonianze di avvistamenti in comuni limitrofi quali Rivalta o Torino. Falsi allarmi, evidentemente. Si pensa l’uomo sia stato stroncato da un malore avvenuto, forse, poco dopo la fuga.

Un tragico epilogo su cui l’associazione Penelope, contattata dalla ex compagna del 55enne, vorrebbe fare luce. Spiega Fabrizio Pace, rappresentante dell’associazione: «I pazienti affetti da demenza o Alzheimer andrebbero seguiti meglio, magari con l’uso di braccialetti gps. Inoltre è statistica che persone in questo stato vengano trovate vicine al luogo della scomparsa: poteva essere salvato. Auspichiamo che l’Autorità voglia vederci chiaro e valutiamo una denuncia contro ignoti».

La direzione del San Luigi nell’esprimere cordoglio alla famiglia spiega come le ricerche, interne ed esterne, siano state immediate: «Il signore non risultava interdetto o con limitazioni che richiedessero specifica attenzione. Le ricerche all’interno dell’Azienda sono risultate infruttuose dando adito a un allontanamento volontario e la visione delle telecamere non ha fornito informazioni aggiuntive. Il controllo delle diverse aree è stato poi ripetuto nei giorni successivi, purtroppo senza esito positivo»

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo