Salvatore ha riavuto indietro il portafoglio smarrito
News
LA STORIA

Trova e restituisce un portafoglio: «Vorrei ringraziare quest’angelo»

Salvatore ha smarrito 230 euro all’U2 di via Acciarini: «Gli offro una pizza»

Ha riavuto indietro il portafoglio quando ormai non ci sperava più. E ora, il suo unico desiderio è incontrare di persona il benefattore misterioso. «Devo ringraziarlo per un gesto così nobile». Salvatore, 44enne residente a Santa Rita, di professione fa l’elettricista. La sua disavventura inizia un pomeriggio di qualche giorno fa quando, finito il lavoro, va a fare la spesa all’U2 di via Acciarini. Arrivato alla cassa, infila nelle buste i prodotti ed estrae il portafoglio dalle tasche. Paga ed esce dal market. Una volta rincasato, la brutta sorpresa. Il portafoglio non c’è più. Dentro c’erano soldi e tutti i documenti.

«La giornata di lavoro era finita – spiega – e in tasca avevo 230 euro. Ma c’erano anche carta d’identità, bancomat, patente e altre carte». Salvatore torna all’U2 e domanda se qualcuno, per caso, ha trovato un portafoglio. Nulla di fatto. Così non gli resta che bloccare le carte, sporgere denuncia e prepararsi a un’interminabile trafila per rifare tutti i documenti. Ma il giorno seguente, all’ora di pranzo, dal commissariato di polizia di via Olivero arriva una chiamata. Qualcuno ha ritrovato il portafoglio e l’ha consegnato agli agenti. Salvatore stenta a credere a una simile notizia.

«Ho impiegato qualche secondo a riprendermi, poi ho realizzato che era tutto vero». Così esce dicasa e va subito dai poliziotti. In cuor suo, spera almeno di ritrovare i documenti. E invece, con grande sorpresa, c’è tutto. Dal commissariato raccontano che il benefattore è un anziano, il quale ha visto il portafoglio all’U2 – Salvatore l’aveva dimenticato nello scivolo della cassa dopo aver pagato – e l’ha portato agli agenti. Rinunciando anche al “diritto di percentuale”, cioè al 10% che per legge spetta a chi trova un oggetto smarrito con un valore in termini di denaro. Al settimo cielo, sbirciando tra soldi e carte Salvatore si ricorda anche di avere due schedine del Lotto. E giù una risata. «Il mio terno l’ho già fatto». Ma c’è un’ultima richiesta. Conoscere il misterioso buon samaritano. «Spero mi contatti. Devo ringraziarlo e, come minimo, offrirgli una pizza». L’invito all’autore del bel gesto è stato mandato. Il numero da contattare è 3807986673.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo